dibattito

Cerchiamo persone su cui fare affidamento

28 maggio 2009
ore 19:00

Si svolge giovedì 28 maggio 2009 alle ore 19.00 presso la sede di Arché, in Via Alba 10/A a Roma, il secondo appuntamento informativo sull’affidamento ed il sostegno familiare “Cerchiamo persone su cui fare affidamento” promosso dall’organizzazione di volontariato Arché in collaborazione con il Comune di Roma.
Arché, nata nel 1991 per dare risposta al disagio sociale grave di bambini e famiglie, propone così una proiezione di sequenze di film, seguite da un momento di condivisione e di dibattito, al fine di informare e porre riflessioni sulla pratica dell’affido e del sostegno familiare, oltre che per promuovere un volontariato, individuale e familiare, inteso come forma di cittadinanza attiva e solidale.

«Per far fronte ai ritmi della vita di oggi, con i suoi impegni e le sue difficoltà, spesso ci si affida alla famiglia allargata, con i nonni o gli zii, ma non sempre è possibile», dichiara Elena Barberi, Referente Area Affidi di Arché Roma, che sottolinea: «La solitudine può rendere fragile una mamma o un babbo o anche una coppia con i loro bambini. Basta il sopravvenire di una malattia o di una difficoltà sociale o economica per accrescere la fragilità di un nucleo familiare, anche fino alla rottura». «Per evitarlo – suggerisce – basterebbe disporre di persone o famiglie “di scorta” che, per il tempo necessario, siano disponibili a fornire nonni, nonne, zii, padrini o madrine».

Per questo l’associazione Arché intende promuovere, parallelamente agli interventi di affido – che presuppongono che il minore venga ospitato presso una famiglia diversa dalla propria per un periodo di tempo indeterminato –, anche l’esperienza del sostegno familiare. In questi casi, infatti, la famiglia di sostegno offre il proprio aiuto alla famiglia di origine in modo “limitato”, affiancandola per poche ore nella vita di tutti i giorni e permettendo così al bambino di rimanere nella sua casa e con la sua famiglia.
L’affido ed il sostegno familiare facilitano la crescita del bambino in un ambiente sereno e favoriscono una positiva evoluzione delle situazioni di difficoltà.

Per maggiori informazioni:
Elena Barberi – Referente Area Affidi Arché Roma
Tel. 06.77250350 E-mail barberi@arche.it
Sito web www.arche.it

Per maggiori informazioni:
SPES
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
  • Disarmo
    Comunicato stampa di Stop RWM e Madri contro la repressione

    "Non vogliamo la fabbrica di bombe"

    Il 23 settembre ci sarà la prima udienza in Consiglio di Stato contro la fabbrica di bombe RWM (Domusnovas, Sardegna) per il ricorso sporto da Italia Nostra, USB, CSS-Assotziu Consumadoris.
    17 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)