evento

Esercitazione locale di difesa popolare nonviolenta

6 novembre 2009
ore 16:30


Quanto siamo pronti ad utilizzare una strategia e degli strumenti ispirati alla nonviolenza per difenderci collettivamente?

Questa domanda rappresenta il motivo di fondo della “Esercitazione locale di Difesa Popolare Nonviolenta”, un’esperienza formativa proposta da Pax Christi – Napoli nell’ambito delle proprie attività di educazione alla pace. Riteniamo, infatti, che in tema di difesa civile non militare e non armata occorra decisamente passare da una fase prevalentemente espositiva alla realizzazione di esperienze pratiche, che consentano non solo di riflettere su possibilità e caratteristiche di una difesa alternativa, ma soprattutto di attivare persone e gruppi in grado di proporla nel proprio ambiente. Consideriamo ciò un tema di grande attualità ed urgenza, di fronte alla crescente militarizzazione sia del territorio che della gestione dei problemi sociali (ad es. sicurezza, rifiuti, protezione civile, ecc.).

L’esperienza coinvolgerà comuni cittadini e persone che già hanno una preparazione specifica.

Parteciperanno 40 persone:

· 35 liberamente iscritte.

· 5 nell’ambito delle organizzazioni pacifiste e ambientaliste del territorio napoletano che abbiano un’adeguata conoscenza del metodo nonviolento.

Per questa prima esercitazione il numero dei partecipanti è volutamente contenuto; ne saranno studiati gli esiti per valutare ulteriori e più ampi sviluppi. La progettazione e la conduzione è a cura del gruppo Pax Christi - Napoli.

Le iscrizioni (gratuite) si chiudono il 25 ottobre 2009.

Per maggiori informazioni:
Punto Pace di Napoli
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)