seminario

SIAMO IN MOVIMENTO …perché ogni movimento ha bisogno degli altri e l’umanità ha bisogno dell’impegno di tutti

29 maggio 2010
ore 09:00 (Durata: 5 ore)

Riflessioni introduttive di: Lucio Levi, Cesare Pianciola, Nanni Salio e Massimo Salvadori

Con questo incontro invitiamo l’area dei movimenti a esaminare insieme la situazione presente, a partire dalla crisi della Sinistra storica.

Ma il nostro desiderio è soprattutto aprire un dibattito sui nostri futuri possibili: una “moltitudine inarrestabile” (come Paul Hawken definisce la miriade di associazioni sparse per il mondo) può continuare il proprio cammino incurante delle sinergie che nascerebbero, se riuscissimo a coordinarci e a edificare piattaforme di valori comuni?

Esistono nuovi strumenti di collaborazione? Stiamo utilizzando al meglio il Web 2.0? Quali obiettivi siamo in grado di collocare in un ordine del giorno condiviso? È realizzabile una Carta di Intenti che veda tante associazioni convergere in un’azione virtuosa contro le grandi tragedie che devastano la Terra (fame, sete, guerre, inquinamento…)?

In altre parole, i movimenti sono condannati alla dispersione delle iniziative separate o sapranno articolarsi in un “movimento dei movimenti” che li porti a divenire veri protagonisti nel panorama politico?

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)