evento

Una Scuola per i Diritti & Un Blues per i Diritti

29 maggio 2010

Sabato 29 maggio sarà un grande giornata di confronto e discussione sui Diritti Umani, Ambientali e Sviluppo sostenibile.
Durante la prima parte della giornata saranno ospitate classi delle Scuole Medie di Napoli che seguiranno gli interventi dei rappresentanti di Amnesty International, Greenpeace e Laici del Terzo Mondo. Ai ragazzi verranno spiegate, attraverso filmati e giochi, i più importanti Diritti sanciti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, nonché le recenti problematiche in materia di Pace ed Ambiente. A seguire si esibiranno sul palco le Orchestre “Martin Luther King” e “Ferdinando Russo” delle Scuole Medie ad indirizzo Musicale.
La seconda parte della giornata avrà inizio alle ore 18.00 con la proiezione di un film sui Diritti Civili. A seguire breve focus sullo stato dei Diritti nel nostro paese soprattutto alla luce dell’imminente Gay Pride Nazionale che si terrà a Napoli il prossimo 26 Giugno.
Alle ore 20.00, sempre all’interno del Palaeden si darà inizio al Concerto “Un Blues per i Diritti”, con la partecipazione di importanti musicisti del blues partenopeo. Chiuderà il concerto il bluesman Mario Insenga con i suoi Blue Stuff .Guest Stars della serata saranno Daniele Sepe ed Enzo Nini.
L’evento si terrà nel Parco Giochi Edenlandia di Napoli.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)