corso

Corso Mediatori Internazionali di Pace

2 dicembre 2010

dal 2 al 5 dicembre 2010

Il Corso si pone l'obiettivo di offrire l'opportunità di confrontarsi con un percorso alternativo alla violenza e alle armi per la risoluzione dei conflitti, soprattutto in ambito internazionale.
Il suo “focus” è centrato sui Corpi Civili di Pace e sul metodo della nonviolenza.
Corso di base per attivare nei corsisti un'attenzione e stimolare un interesse alla mediazione, trasformazione, risoluzione dei conflitti, attraverso modalità nonviolente e non armate.
Mediatori Internazionali di Pace, può essere considerato un importante momento di formazione/addestramento per diverse associazioni e istituzioni che sulla scena italiana si occupano di interventi non-armati e nonviolenti in zona di conflitto
Questi elementi di base saranno integrati dall’analisi delle modalità e criticità dell’intervento umanitario e, infine, dalle prospettive dei corpi civili di pace in Italia e nell’Unione Europea.
Ai partecipanti sarà così offerta una visione complessiva del settore per poi orientarsi ed essere preparati per le successive scelte formative.
Il corso è previsto presso il Centro Congressi Residenziale Universitario di Bertinoro, via Frangipane 6, Bertinoro (Forlì-Cesena); tel. 0543/446500, sito web www.centrocongressibertinoro.it.

Per maggiori informazioni:
Alessandra Antonelli
3471163251
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Honduras, l'esodo della disperazione

    Anno nuovo, nuove carovane migranti, vecchi mali
    19 gennaio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Editoriale
    Webinar di PeaceLink sul Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN)

    Formare i docenti per educare al disarmo nucleare nelle scuole italiane

    Fra due giorni entra in vigore il TPAN. Sarà necessario un lavoro di ampia sensibilizzazione dell'opinione pubblica perché anche l'Italia aderisca. L'Educazione civica può diventare un'ora settimanale di formazione alla cittadinanza globale sulle tematiche dell'ambiente, della pace e del disarmo.
    20 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    A pochi giorni dall'uccisione di Agitu emerge un'altra storia di una donna dedita alla pastorizia

    Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura

    Una storia che fa il paio con quella di Agitu e anche in Puglia si tratta di una donna. La mia generazione è cresciuta convinta che la terra non fosse un lavoro adatto alle donne anche se già allora c'erano delle eccezioni ed ora le ragazze del ventunesimo secolo sono in prima linea.
    19 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)