corso

Corso realizzativo autocostruzione eolica ROMA 10-11-12 dicembre 2010

12 dicembre 2010
ore 09:00 (Durata: 3 ore)

Nel weekend 10-11-12 dicembre 2010 si terrà un corso di autocostruzione di una mini pala eolica, organizzato dalla Rete solare per l’Autocostruzione in collaborazione con la Cooperativa Energetica di Roma.

Il corso è realizzato all'interno di un progetto di cooperazione allo sviluppo promosso dalle associazioni Seniores Italia e Tetezana Onlus, associazione malgascia.

Durante corso si apprenderanno i principi base di funzionamento di microturbine eoliche, il loro dimensionamento e il grado di efficienza in situazione di presenza di vento come sulle nostre montagne o sui litorali. La parte pratica prevede la costruzione di un generatore completo di meccanica, alternatore e pale per la generazione di un 1 kw di picco di potenza .

Il corso è particolarmente interessante perchè prevede la costruzione di una vera e propria pala eolica partendo dai singoli componenti.

La pala così realizzata verrà poi installata nella comunità rurale di Djangoa in Madagascar all'interno di un progetto di cooperazione allo sviluppo per l'elettrificazione locale.

Il corso è organizzato all'interno della Città dell'Altra Economia di Roma, in una parte dell'ex mattatoio cittadino recuperato ad attività come commercio equo e biologico, design recupero e riciclo, energie rinnovabili, viaggi solidali, recupero dei computer e molte altre attività.

INFORMAZIONI TECNICHE

Il progetto di autocostruzione che verrà' realizzato e' frutto dell'esperienza di Hugh Piggott (www.scoraigwind.co.uk) nella costruzione di alternatori a flusso assiale in decine di workshop realizzati in Europa, Africa e Sud America.

Verra' assemblato e messo in funzione un generatore con pale in legno da 3,6 m e da 1 kWp.

L'innovatività di questo progetto è rappresentata dall'idea di autocostruzione di un generatore di energia elettrica che sfrutti l'energia del vento utilizzando materiali di recupero che, unendo un basso costo ad una tecnologia accessibile a tutti, possa avere la massima diffusione anche nei paesi in via di sviluppo.

Le innovazioni si basano sulla ricerca di:

* parti facilmente reperibili e di basso costo;
* tecniche di assemblaggio semplici con attrezzature di comune diffusione;
* robustezza e durata del prodotto;
* basso costo finale, semplicità di montaggio, uso e manutenzione;
* capacità di produrre energia a bassi regimi di vento

INFORMAZIONI LOGISTICHE

Durata venerdì e sabato e domenica dalle 9 alle 18

Costo 250 euro + IVA

La quota del corso comprende: fogli di lavorazione dei singoli componenti, manuali di autocostruzione eolica, dispense del corso in cd rom.

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per iscrizioni e informazioni Energetica, tel. 065914309 m.gaggiotti@energetica.eu

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)