presentazione

Le vie del Servizio Civile

4 aprile 2012
ore 17:00

Finite o infinite? “Le vie del Servizio Civile. Giovani e virtù civiche tra Europa unita e processo di globalizzazione” è il libro di Raffaele M. De Cicco che sarà presentato a Roma mercoledì 4 aprile 2012, alle 17.00, dal Centro di Documentazione sul Volontariato ed il Terzo Settore, in via Liberiana 17.

Raffaele M. De Cicco è dirigente dell’Ufficio per il coordinamento del Servizio Civile Nazionale.

Con l’autore, saranno presenti al dibattito:

Federico Fauttilli¸ direttore Ufficio Nazionale del Servizio Civile

Francesco Tufarelli¸ capo Gabinetto Ministro Affari Europei

Elena Marta¸ autrice del libro “Costruire cittadinanza” (La Scuola, 2012) e docente di psicologia

Primo Di Blasio¸ presidente della Conferenza Nazionale Servizio Civile

Silvia Conforti¸ rappresentante nazionale dei giovani in Servizio Civile

Modera: Luca Liverani, giornalista di Avvenire

I dati presentati recentemente dal Ministro Andrea Riccardi hanno reso noto il percorso che ha seguito, e talvolta subito, il Servizio Civile Nazionale.

“Un prezioso strumento di cittadinanza, che molti Paesi europei ci invidiano”, come sostiene il Ministro, che fino ad oggi ha coinvolto circa 300 mila giovani. Dal 2006 al 2011, però, i volontari sono passati da oltre 45 mila a poco meno di 16 mila, mentre gli stanziamenti si sono ridotti, dai quasi 300 milioni di euro del 2007, ai circa 70 milioni dell’anno in corso.

Allo stato attuale urge una nuova riflessione ed una definizione degli scenari futuribili.

Per informazioni:

Centro di Documentazione sul Volontariato ed il Terzo Settore

via Liberiana, 17 - 00185 Roma

tel. 06.44702178

Per maggiori informazioni:
Centro di Documentazione sul Volontariato ed il Terzo Settore
06.44702178
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Latina
    Costa Rica

    Movimento ambientalista esige giustizia

    Ratifica dell'Accordo di Escazú e stop all’impunità le principali richieste
    9 giugno 2021 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)