manifestazione

1 Marcia per la Pace e la Giustizia del Parco regionale del Matese

23 novembre 2013
ore 10:00 (Durata: 3 ore)

Il prossimo 23 Novembre nel Comune Alife, storico capoluogo del Matese, in provincia di Caserta, si svolgerà la 1a Ed.ne della "Marcia per la Pace e la Giustizia del Parco Regionale del Matese", che verterà sulle tematiche della difesa del Creato e della Giustizia sociale. Saranno presenti e sfileranno ufficialmente tutti i Sindaci della Comunità e del Parco Regionale del Matese, i 2 presidenti della Comunità e del Parco Regionale del Matese, i giovani alunni rappresentanti delle scuole del Matese, supportati dall'Istituto Comprensivo di Alife (Scuola che ha aderito ufficialmente alla Manifestazione). Sarà lanciato un forte segnale contro l' emergenza che sta investendo i comuni di questa vasta area penalizzati a causa dei tagli indiscriminati che, le riforme delle Leggi sulla Sanità e sulla Giustizia, stanno apportando a servizi essenziali per il cittadino quali: la chiusura del Tribunale e dell'ufficio del Giudice di Pace, la chiusura dell' Agenzia delle Entrate, a rischio il Reparto Urologia dell'Ospedale Matesino, a rischio la ferrovia metro Alifana ( ex Alifana), i tagli al personale dell'ufficio locale dell' INPS e altri servizi per il cittadino, i tagli e gli accorpamenti alle Scuole. L'imprenditoria ed il commercio locale stanno subendo gli effetti della crisi, molte aziende stanno chiudendo.. I SINDACI hanno lanciato l' allarme DESERTIFICAZIONE a causa del fenomeno spopolamento che sta investendo questa vasta area geografica. I giovani rappresentanti delle scuole del Matese porteranno ciascuno un contributo sulle tematiche della Pace e ambientali legate a problematiche presenti nel loro comune. Il MATESE, IMMAGINE DEL CREATO, NON DEVE MORIRE! IL MATESE OFFRE TURISMO STORIA E CULTURA. IL MATESE E' PATRIMONIO DELLA CAMPANIA e dell'ITALIA! (Comunicazione a cura dell'Organismo promotore: Movimento Internaz. per la Pace e la Salvaguardia del CREATO - III Millennio) Info: www.movimentopaceambasciatori.blogspot.com Di seguito si riportano info e notizie tecniche. Ore 10:00 Concentramento in Piazza della Liberazione ( piazza antistante l'Edificio Comunale) Ore 10:30 Inizio Marcia. Da Piazza della Liberazione il percorso si snoderà lungo tutto il corso principale in Via Napoli - Roma. Giunti a Porta Roma si ritornerà indietro percorrendo la stessa strada del centro storico di Via Napoli - Roma, per terminare sempre in Piazza della Liberazione davanti all’ Edificio comunale, dove ci saranno gli interventi degli alunni che raffigureranno il grande Sole, e a seguire gli Interventi delle Autorità e dei Sindaci.

Pagina evento su Facebook: www.facebook.com/events/619606651415128/

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1984: A Torino muore Domenico Sereno Regis, presidente del MIR italiano e attivissimo militante nonviolento

Dal sito

  • Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
  • Alex Zanotelli
    Webinar sul bando delle armi nucleari organizzato dall'agenzia di stampa internazionale Pressenza

    Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"

    "Sarebbe un gesto di civiltà avere il coraggio di realizzare il disarmo nucleare per porre fine a diseguaglianze e sfruttamento", ha dichiarato il missionario comboniano, che ha aggiunto: ''Le armi atomiche, come disse Oppenheimer, sono la scienza che ha conosciuto il peccato'.
    23 gennaio 2021 - Antimafia Duemila
  • Editoriale
    La beffa: gli animali si sono contaminati su terreni "a norma" in base all'ultimo decreto

    Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto

    Avrete letto sui giornali che ripartono le bonifiche. E' un trionfalismo fuori luogo perché con un decreto del Ministero dell'ambiente viene fissato il limite della diossina per i terreni di pascolo a 6 ng/kg ma le pecore e le capre si sono contaminate con livelli di contaminazione inferiore.
    9 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti (Presidente di PeaceLink)
  • Ecologia
    Gli Stati Uniti e le "comunità da sacrificare".

    Nella mia tribù muore una persona ogni settimana a causa dei combustibili fossili

    I nostri pozzi sono così inquinati che ora la nostra tribù deve comprare l'acqua. I popoli nativi convivono con minacce vecchie e nuove del petrolio e del gas che contaminano il suolo, i fiumi, le falde acquifere e l'aria. Ciò accresce la crisi climatica e impatta sulla salute.
    7 gennaio 2021 - Casey Camp-Horinek (attivista di Indigenous Rights of Natur)
  • Latina
    Gran parte degli omicidi commessi avviene per mano della polizia

    Il Tribunale permanente dei popoli giudicherà lo Stato colombiano per genocidio

    Sotto la presidenza di Iván Duque sono stati uccisi 167 leader indigeni
    22 gennaio 2021 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)