esposizione

Una foto per un aiuto

15 maggio 2020

La campagna “Una Foto per un aiuto” del Circolo Fotografico Il Castello è una raccolta di solidarietà: una piccola donazione per una fotografia. Il ricavato sarà destinato ad acquistare pacchi spesa che saranno distribuiti alle famiglie in difficoltà a cura della Cattedrale San Cataldo di Taranto.

Come partecipare con un gesto di aiuto concreto? Semplicissimo: basterà sfogliare la Galleria Virtuale allestita per l’occasione su questo sito (http://www.cfilcastello.it/galleria-virtuale-una-foto-per-un-aiuto/), scegliere la propria foto preferita e effettuare una donazione minima di 15 euro, mentre per le fotografie dei professionisti, la donazione minima è di 40€, e si riceverà una fotografia in formato 30x45 a scelta tra quelle messe in mostra.

Naturalmente si potranno fare più donazioni per assicurarsi più fotografie. L’intero ricavato, fatti salvi i costi di stampa, sarà destinato all’acquisto dei pacchi spesa.

Le donazioni si possono effettuare tramite bonifico bancario su IBAN IT29R0708715800000000003682 intestato a “Circolo Fotografico Il Castello Taranto” indicando nella causale il codice della fotografia scelta e la propria mail o cellulare, o facendo una ricarica PostePay 4023 6006 7822 7986 (intestatario Musolino Raimondo) comunicando poi alla mail segreteria@cfilcastello.it il codice della fotografia scelta e i propri recapiti.
Le immagini acquistate verranno stampate a cura e a carico del Circolo Fotografico Il Castello e verranno realizzate non appena le attività sociali riprenderanno. Le stampe potranno poi essere ritirate presso la sede del Circolo Fotografico, nel caso di impossibilità alla presenza, verranno spedite per posta. Tutte le foto riporteranno nel retro certificato di originalità controfirmata dall'autore.
Ci mettiamo gli occhi e il cuore!

Gli autori delle foto sono:

i professionisti:
Marcello Carrozzo, Giorgio Ciardo, Manoocher Deghati,
Luigi De Vivo, Loredana De Pace, Alessandro Manna, Debora Masciavè,
Marcello Nitti, Pavone Valentina,
Roberto Pedron, Ciro Quaranta, Raffaele Salvati,
Fernando Santopietro, Anna Svelto, Francesco Trondo

i soci del circolo:
Alessandra Angeletti, Danilo Busto, Enza Cartellino
Massimiliano Catucci, Silvia Cristofaro, Valeria Dimaggio,
Antonio Donvito , Enzo Ferrari, Federica Fullone, Fulvia Gravame
Maurizio Greco, Letizia Lo Prete , Pierluca Lubello, Valeria Merlo, Federica Moscatelli
Raimondo Musolino, Lillo Palumbo, Valentina Pellegrino,
Federica Petruzzi, Tommaso Petrosino, Miriam Putignano,
Giulia Quaranta, Alessandro Roberti, Tiziana Ruggiero,
Nicoletta Spinelli

per info 3925000997 - segreteria@cfilcastello.it

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Latina

    Honduras, l'esodo della disperazione

    Anno nuovo, nuove carovane migranti, vecchi mali
    19 gennaio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Editoriale
    Webinar di PeaceLink sul Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN)

    Formare i docenti per educare al disarmo nucleare nelle scuole italiane

    Fra due giorni entra in vigore il TPAN. Sarà necessario un lavoro di ampia sensibilizzazione dell'opinione pubblica perché anche l'Italia aderisca. L'Educazione civica può diventare un'ora settimanale di formazione alla cittadinanza globale sulle tematiche dell'ambiente, della pace e del disarmo.
    20 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    A pochi giorni dall'uccisione di Agitu emerge un'altra storia di una donna dedita alla pastorizia

    Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura

    Una storia che fa il paio con quella di Agitu e anche in Puglia si tratta di una donna. La mia generazione è cresciuta convinta che la terra non fosse un lavoro adatto alle donne anche se già allora c'erano delle eccezioni ed ora le ragazze del ventunesimo secolo sono in prima linea.
    19 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)