Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Il "governo del cambiamento" faccia tornare i soldati italiani dall'Afghanistan
    Un appello

    Il "governo del cambiamento" faccia tornare i soldati italiani dall'Afghanistan

    In Afghanistan produzione di oppio senza precedenti. L’ONU sostiene che la produzione record di oppio ha portato in Afghanistan ad una rapida espansione dell'economia illegale nel 2017. La guerra puzza sempre più di droga e di ipocrisia
    10 giugno 2018 - Alessandro Marescotti
  • Honduras: "Si deve smilitarizzare la pubblica sicurezza" María Soledad Pazo

    Honduras: "Si deve smilitarizzare la pubblica sicurezza" María Soledad Pazo

    Nazioni Unite rivelano abuso della forza militare durante le elezioni
    17 aprile 2018 - Giorgio Trucchi
  • Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    “Sono convinto che oggi il settore R&S (ricerca e sviluppo) della nonviolenza debba fare grandi passi avanti” (Alexander Langer 1991)
    13 aprile 2018 - Alessio Di Florio
  • Il tessitore dei diritti umani
    Iqbal Masih, tredici anni, è stato ucciso a Lahore il 16 aprile 1995

    Il tessitore dei diritti umani

    Iqbal Masih era colpevole: colpevole per essersi ribellato in Pakistan alla mafia dei tappeti, allo sfruttamento minorile ed aver istigato altre persone a seguire il suo esempio. A questa pagina web è allegato un fumetto su Iqbal Masih da diffondere nelle scuole realizzato da World's Children's Prize Foundation e tradotto in italiano da PeaceLink.
    3 marzo 2018 - Giacomo Alessandroni
Il rapporto dell'organizzazione per i diritti umani HRW lancia l'allarme

"L'esercito Usa in Afghanistan ha turturato i prigionieri", scrive Human Right Watch

''Esistono prove inconfutabili che i militari americani hanno commesso atti di tortura e crudelta' sui prigionieri, e che sono responabili di trattamenti inumani e degradanti'', afferma il rapporto.
9 marzo 2004 - Unimondo

''Il sistema di arresto e detenzione dell'esercito americano in Afghanistan ignora tutte le leggi'', scrive l'organizzazione Human Right Watch (Hrw) in un dettagliato Rapporto sugli abusi dell'esercito statunitense nella missione "Enduring Freedom" in Afghanistan. ''Gli Usa danno un terribile esempio di condizioni di detenzione'' - afferma Brad Adams responsabile dell'organizzazione per l'Asia : ''i civili sono detenuti al di fuori di ogni legalita', senza tribunali, senza senza assistenza legale, senza visite da parte della famiglia''.

Hrw ha condotto indagini ''sui metodi impiegati dai militari americani, in particolare su casi di arresti violenti nei confronti di civili, maltrattamenti o saccheggi durante i rastrellamenti condotti di concerto con le forze di sicurezza governative afghane''. ''Esistono prove inconfutabili che i militari americani hanno commesso atti di tortura e crudelta' sui prigionieri, e che sono responabili di trattamenti inumani e degradanti'', afferma ancora il rapporto.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)