Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

"Vendo Bagnoli" è la canzone dedicata alla chiusura del polo siderurgico napoletano

Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"

"L'Italsider di Bagnoli - ha detto a Taranto - poi fu chiusa e si disse che si sarebbe valorizzato il turismo in quell’area perchè si poteva fare. Anche Taranto è una bella città che ha potenzialità turistiche e io mi auguro che si possa delineare un futuro migliore per tutti voi”.
Redazione PeaceLink

Edoardo Bennato

(AGI) - Taranto, 6 set. - “Mi sento molto vicino alle vicende di Taranto perchè mio padre ha lavorato nell’Italsider a Bagnoli. Una fabbrica che poi fu chiusa e si disse che si sarebbe valorizzato il turismo in quell’area perchè si poteva fare. Anche Taranto è una bella città che ha potenzialità turistiche e io mi auguro che questo possa essere valorizzato in modo che si possa delineare un futuro migliore per tutti voi”. Salutato da un applauso, lo ha detto nel concerto di Taranto il cantautore di origine napoletana Edoardo Bennato, che si è esibito sul palco della rotonda del Lungomare in chiusura del MediTa, il festival che nei due giorni precedenti aveva visto l’esibizione di Mahmood il 4 settembre e di Achille Lauro il 5. Due concerti, questi, sold out.(AGI) 
TA1/CHC

Articoli correlati

  • Novità sul "Parco di Lulù" ora detto "Sorrisi dei Tamburi" al quartiere Tamburi
    Taranto Sociale
    Un aggiornamento dalla dr.ssa Annamaria Moschetti

    Novità sul "Parco di Lulù" ora detto "Sorrisi dei Tamburi" al quartiere Tamburi

    Il parco è stato donato anni fa dal cantante Niccoò Fani; la pediatra Annamaria Moschetti rinnova la richiesta di sospendere l'immissione di sostanze cancerogene e neurotossiche provenienti dalla vicina area industriale.
    24 novembre 2022
  • Ex Ilva: Peacelink, Stato aiuti lavoratori non azienda
    Taranto Sociale
    "La siderurgia di Taranto è un cavallo morente"

    Ex Ilva: Peacelink, Stato aiuti lavoratori non azienda

    Secondo Peacelink, “occorre un piano B per le aree di crisi, fra cui Taranto, basato sulle bonifiche e su una riconversione economica finalizzata alla transizione ecologica. Lo stabilimento Ilva di Taranto non ha un futuro né.economico né ecologico”.
    22 novembre 2022 - AGI
  • Con Domenico Iannacone per raccontare la speranza attiva
    Laboratorio di scrittura
    Un video emozionale girato nel quartiere Tamburi di Taranto

    Con Domenico Iannacone per raccontare la speranza attiva

    Questa è la foto che suggella un lavoro fatto con passione, per documentare, con il video "La polvere negli occhi", la storia della lotta contro il disastro ambientale di Taranto e per tentare di salvare una comunità da una tragedia che ha segnato la storia di tante persone, di tante famiglie.
    23 novembre 2022 - Alessandro Marescotti
  • Crisi nerissima per l'ILVA, scoppia la protesta dei lavoratori
    Ecologia
    Le dichiarazioni di Alessandro Marescotti presidente di PeaceLink

    Crisi nerissima per l'ILVA, scoppia la protesta dei lavoratori

    "Siamo solidali con le preoccupazioni dei lavoratori ILVA ma occorre una riconversione ecologica dell'economia. Lottiamo insieme per fermare la guerra che ha generato un disastro economico"
    22 novembre 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)