CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Linux orientato alla didattica
    So.Di.Linux

    Linux orientato alla didattica

    Un ottimo esempio anche di green economy perché consente - essendo un software "leggero" - di riutilizzare computer ancora funzionanti ma poco potenti. Computer che rischiano di andare in discarica ma che con Linux tornano a "nuova vita"
    5 dicembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà
    Stallman, chi era costui? :-)

    Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà

    Per chi non è avvezzo al sistema operativo del "pinguino", il nome di Stallman non dice nulla. E per chi non segue le vicende del "software libero", o non sa che la Rete può diventare un'arma a doppio taglio, difficilmente avrà partecipato all'importante e seguitissimo incontro che si è tenuto a Firenze lo scorso 14 settembre 2013; ospite illustre, appunto, Richard Stallman.
    25 settembre 2013 - Roberto Del Bianco
  • Dal pensiero strade per innovare
    Tesi del Master "Scienza Tecnologia e Innovazione"

    Dal pensiero strade per innovare

    Software e comunicazione digitale, circolazione della conoscenza ed esigenze di tutela della proprietà intellettuale
    28 gennaio 2010 - Lidia Giannotti
  • Diretta Rai nuovamente visibile per gli utenti Linux
    Dopo la protesta di PeaceLink

    Diretta Rai nuovamente visibile per gli utenti Linux

    Ieri PeaceLink aveva rilanciato le preoccupazioni della comunità Linux, in particolare quelle del forum di Ubuntu, circa l'impossibilità di vedere in diretta i canali della Rai.
    16 febbraio 2010 - Associazione PeaceLink

Da Mandrake a Mandriva

La breve ma intensa storia di Mandrake Linux, dalle origini fino al cambio di nome in Mandriva...
11 aprile 2005 - Alex_Palex

Mi sembrava interessante, visto il recente giro di boa ( che è culminato con l'acquisizione di Conectiva e il cambio di nome in Mandriva) fare il punto su quali sono state le principali tappe che hanno caratterizzato la storia della distribuzione franco-parigina, quasi sicuramente la più diffussa e utilizzata dai newbye o da chi preferisce avere qualche comodità in più rispetto a Slackware.
Mandrake Linux nasce nel 1998, con l'idea di realizzare una distribuzione Linux accessibile a tutti. Subito vengono coinvolte da questa iniziativa una buon numero di collaboratori.
Nel 1999 vengono aperte le prime due sedi in California e a Parigi, nasce ufficialmente MandrakeSoft, azienda che si dedicherà principalmente a sviluppare l'omonima distribuzione. Il primo anno può essere definito proficuo, buoni profitti e bilancio in attivo. Dopo questo primo anno, però, MandrakeSoft cambia rotta. Si cambia CEO e gruppo di amministrazione si fanno investimenti a medio-lungo termine, si aumentano vertiginosamente le spese 400% andando a cercare ricavi che però non arrivano. Così il passivo, cresce, e Mandrakesoft entra nel Gennaio del 2003 in amministrazione controllata. L'amministrazione controllata è una particolare modalità che prevede il temporaneo congelamento dei debiti e altri provvedimenti per rilanciare un'azienda in crisi. Durante questi anni, non è che non si lavori, anzi le release si succedono regolarmente, alcune più riuscite di altre ( come è normale che sia). Secondo il mio parere personale, il problema è stato, anticipare troppo i tempi, impiegando grosse quantità di denaro,in un mondo informatico non ancora pronto a certi tipi di investimenti, forse non pronto nemmeno a Linux.
Dopo questo annuncio avvenuto per la precisione il 17 gennaio 2003, sembra che a Parigi qualcosa cambi davvero, lo dimostrano le release rilasciate da quel momento 9.1 e 9.2, che ha detta di molti utenti, furono davvero stabili e innovative. Già a Giugno la bancarotta sembra più lontana, ma per l'uscita definitiva dall'amministrazione controllata avverrà solo 10 mesi dopo nell'aprile del 2004. Mandrake per uscire da questo stadio di crisi dovette presentare un piano dove si impegnava a diminuire le spese, aumentare gli introiti e sistemare in generale tutta l'azienda.
Oltre a decisi passi in avanti in ambito societario, Mandrake raddrizza il tiro anche dal punto di vista tecnico, soprattutto dopo la bega riguardante quel parametro distruttivo per i CdRom LG presente nel kernel, che ha parzialmente offuscato il grande valore che questa release ha dimostrato. Si rettifica quindi il tiro, definendo una nuova linea di sviluppo ( Beta, RC, Community , Official: la vera novità è appunto “community”, che permette a MDK sia di scaricare eventuali responsabilità in seguito a danni, e avere una fase di testing estesa a tutti i propri utenti.
Con questa linea di sviluppo, sono state rilasciate due realease, innovative ma non eccezionali come la 10.0 e 10.1. Questo sistema di rilascio ha soddisfatto tutti gli obiettivi che si era prefissato.
Passato l'incubo dell'amministrazione controllata, Mandrakesoft ha continuato a lavorare seriamente e a mietere sicuramente un buon bilancio, tutto questo ha protato il cinque marzo scorso ad ufficializzare la fusione con Conectiva Linux, e ieri, a cambiare il nome storico da Mandrake in Mandriva. E il futuro cosa ci aspetta il futuro di Mandriva, bè, in un prossimo articolo proveremmo a chiederlo ad un nostro Mandrivologo di fiducia.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)