CyberCultura

La Cina blocca il software non-cinese dal governo

19 agosto 2003 - benno

Il governo cinese ha annunciato il rilascio di una direttiva ministeriale che impone di comprare solamente software prodotto in Cina Il governo cinese ha annunciato che imporrà ai ministeri ed enti governativi di comprare solamente software cinese durante il prossimo ciclo di upgrade del software. In questo modo i cinesi intendono spezzare il monopolio Microsoft favorendo l'industria locale e non solo: I cinesi non si fidano del software straniero in quanto potrebbe contenere codice che effettua spionaggio dunque si presume che Windows dovrà ben presto lasciare il posto a Linux in quanto Linux è open source dunque non presenta rischi che contenga codice "dannoso alla sicurezza nazionale".

Articoli correlati

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.2 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)