CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La volpe che azzanna
    Firefox vs Internet Explorer. La sfida continua

    La volpe che azzanna

    Raggiunti i quattrocento milioni di download di Firefox e in alcune nazioni europee è di gran lunga il browser più utilizzato. L'Italia però è solo al venticinquesimo posto in graduatoria. Perchè preferiamo i software proprietari a quelli opensource?
    12 settembre 2007 - Loris D'Emilio
  • I ragazzi di Flock, browser sociale

    Navigazione web, un oggetto azzurro che si dichiara aperto ai blog e ai social network. Un altro dei molti figli della Fondazione Mozilla
    26 ottobre 2006 - Carola Frediani
  • alfabeti digitali

    Pascolando tra i siti web

    «To browse» Come andare in rete. Ma il navigatore non ha mai vita facile
    26 ottobre 2006 - Sarah Tobias
  • Thurrott: IE è un cancro del Web

    Il noto giornalista, creatore di alcuni tra i più trafficati siti Web dedicati agli utenti di Windows, si è scagliato contro Internet Explorer e le strategie Microsoft nello sviluppo del browser
    9 agosto 2006 - Punto Informatico

Firefox oltre la soglia del 20%

Il monopolio di Microsoft comincia a vacillare
17 maggio 2006 - E-Linux.It

Firefox Firefox, browser open source per eccellenza e agguerrito rivale di Internet Explorer, distribuito gratuitamente dalla Mozilla Foundation per la prima volta nel febbraio del 2004, in principio era considerato unicamente negli ambienti “open source” ma ora si sta ritagliando uno spazio rilevante anche tra il pubblico mainstream.
Lo conferma il monitoraggio effettuato su ben 32.5 milioni di siti web, dalla francese XiTi Monitor il quale dichiara che Firefox in Europa può contare attualmente su una diffusione (circa doppia rispetto a quella internazionale) in prossimità al venti per cento (19,8), contro il 18.6 in Oceania, il 15.6 in America del Nord, il 10.2 in Africa, il 9.1 in Asia e l’8.7 in America del Sud.

Firefox risulta quindi più forte nell’area occidentale e più industrializzata del globo mentre patisce ancora la pesante maggioranza di Internet Explorer nei continenti più poveri e in via di sviluppo, l’Italia tuttavia sembra non aver colto quest’ondata innovativa, infatti nella classifica europea, pur essendo uno dei paesi in cui si registra un maggiore sbalzo di utenza a cavallo del weekend, è comunque molto indietro (24° con l’11,8 per cento) il che fa presupporre una maggiore diffusione in ambiente domestico a dispetto delle aziende.

Nonostante il tasso di diffusione della “volpe rossa” sia in continua crescita, la leadership mondiale rimane in ogni caso nelle mani di Internet Explorer, il software di Microsoft infatti viene accreditato di un controllo dell’85 per cento del mercato mondiale, contro il 12 scarso di Firefox. Seguono Apple Safari al 2%, Opera allo 0,79% e l’ormai praticamente scomparsa Netscape allo 0,15%.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)