CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

COME SI FA E CHE COSA SERVE

Basta una chiamata: così si «rubano» sms e conversazioni

LA LISTA È possibile anche ottenere la lista delle chiamate ricevute e fatte dal cellulare controllato
27 luglio 2007 - Carlini Franco
Fonte: Il Corriere della Sera (http://www.corriere.it)

MILANO - Le promesse di intercettazione dei cellulari altrui sono molte e tutte si basano su un trucco relativamente semplice: mettere in mano a chi si voglia controllare un cellulare all' apparenza innocuo, il cui software di base sia stato maliziosamente modificato. Si può acquistare un cellulare già contraffatto e regalarlo alla vittima, oppure prendere il suo e modificarlo di nascosto. In questo secondo caso occorre scaricare dalla rete il relativo software (che sia compatibile con il modello in questione) e installarlo seguendo le istruzioni, un po' come si fa con loghi e suonerie. COME ORDINARLI - Le aziende che offrono tali prodotti-servizi spesso non hanno recapiti, nemmeno telefonici, ma solo un indirizzo e-mail attraverso il quale fare ordini a distanza. E' il caso, per esempio, di SpyLabs, il cui sito (http://www.spy-labs.com) risulta intestato alla SL Electronics ltd con sede nello stato caraibico del Belize. Il call center tuttavia è un numero telefonico inglese. Come che sia, SpyLabs sembra offrire ogni possibilità di ascolto e controllo agli investigatori improvvisati. L' ascolto ambientale è la prima opportunità: occorre acquistare uno dei molti telefoni cellulari in commercio dotati di sistema operativo Symbian, dopo di che si ordina e si installa uno speciale software (chiamato «Secret Line») e si regala il telefono alla persona da spiare. Quando si chiama quel telefono dal proprio, quel cellulare non suona, non si illumina, il possessore non si accorge di nulla, ma il telefono «alza la cornetta» silenziosamente e automaticamente; a quel punto si sentirà tutto quanto si va dicendo nel luogo dove il cellulare si trova. In pratica è un microfono nascosto attivato a distanza. LA «TELECONFERENZA» - Chi non si accontenta di tali ascolti clandestini può dotarsi di altre prestazioni: quando il controllato fa o riceve telefonate, anche il nostro telefono viene messo in teleconferenza, di nascosto, purché acceso: una telefonata di gruppo senza che gli altri se ne accorgono. Oppure è possibile monitorare gli Sms, che vengono segretamente spediti in copia anche al controllante. Si può infine venire informati del luogo fisico (la cella telefonica) in cui si trova l' altrui apparecchio. Si va da un minimo di 400 euro a 1.500 per il kit completo di SpyLabs. Le stesse prestazioni vengono proposte da una ditta italiana, la Endoacustica, con negozio a Santeramo in Colle (Bari), con un software predisposto per molti modelli Motorola, Nokia, Samsung. Nel caso dei cellulari spia e dei cosiddetti «Gms Interceptor» una debito asterisco specifica che «Questi dispositivi sono strettamente riservati alle forze dell' ordine», così «Endoacustica declina ogni responsabilità sull' uso illecito di queste apparecchiature». LA LISTA DELLE CHIAMATE - Il negozio online di tecnoGlobe.net offre tra gli altri un cellulare Nokia 7610 dove il software spia è già preinstallato. Il tutto per 650 euro, laddove il modello semplice, non modificato, sul mercato oggi ne vale 70 circa. Tra le funzioni l' azienda in provincia di Siracusa offre il software SpyPhone che permette anche aggiunge al "cellulare pilota" (lo spione), di ricevere anche la lista delle chiamate fatte e ricevuto dal cellulare spiato. C' è anche una funzione aggiuntiva: le telefonate della vittima vengono registrate sul telefono controllato e poi inviate a quello «pilota» attraverso una connessione BlueTooth. L' offerta è amplissima, anche se non sempre garantita. E i rimedi? Il principale è uno solo: non accettare cellulari in prestito o in regalo da nessuno, meno che mai da fidanzati/e o concorrenti.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)