CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Il file bestiale

Unendo i puntini...
26 novembre 2012 - ABC Australia

Conosciamo Google. Il sostantivo diventato verbo. Il motore di ricerca più usato al mondo, la società il cui motto è: “Non essere cattivo”.

Google processa un miliardo di ricerche al giorno con i suoi 450.000 server. Ma è molto più di un semplice motore di ricerca.

Come l'autore del testo dipinge il più noto motore di ricerca al mondo L’Amministratore Delegato dell'Intel, Andy Grove, ha definito Google, che ha un valore di mercato stimato in 200 miliardi di dollari: “Una società di steroidi con un dito in ogni settore”.

Google ha acquisito altre 30 società negli ultimi 9 anni e ha prodotto 187 brevetti. L’anno scorso ha acquisito un finanziamento per investire in software, energie pulite, biotecnologie, sanità e senza dubbio, in altri settori di cui non siamo ancora a conoscenza.

Ecco altre cose che Google vuole possedere: il tuo telefonino, la tua mail, il tuo computer e tutta la tua vita digitale.

Qualsiasi cosa tu voglia fare online, Google vuole essere la tua unica fermata. Vuole inoltre possedere le linee che forniscono l'accesso all’internet e l’energia elettrica che lo alimenta. Google vuole anche fornirti il tuo intrattenimento e le tue notizie, e costruire la più grande libreria che si sia mai vista.

Questo progetto è attualmente l’argomento di un'udienza intentata dagli stessi editori e autori. Vuole sapere dove si trova ogni cosa, dal tuo giardino davanti casa fino strada verso Marte. Google vuole tracciarti, memorizzare tutto quello che guardi nella rete in 18 mesi. Vuole anche avere l’accesso completo ai tuoi dati sanitari e al tuo DNA, con due dei suoi più recenti investimenti in aziende di ricerche genetiche.

Google vuole seguire le tue amicizie. La piattaforma di social media, Google Buzz, è stata subissata di reclami negli ultimi mesi su presunte violazioni della privacy.

Questo è un altro argomento per un’ulteriore udienza, e non è la prima volta che la privacy ne è l’oggetto principale: Google Maps e Google Earth sono stati criticati per includere foto di bambini nudi, persone che vomitano e escono dai sexy-shop. Due mesi fa, l’amministratore delegato di Google, Eric Schmidt, ha detto sui problemi della privacy: “Se hai qualcosa che non vuoi che altri sappiano, forse in primo luogo non dovresti farlo sapere”.

Perché Google vuole sapere cosi tanto cose su di te? Eric Schmidt dice: “siamo nel settore pubblicitario e il 97% delle nostre entrate provengono dalle pubblicità”.

Google vuole sapere chi sei, dove sei e cosa ti piace, così da poter inviare pubblicità mirata… verso te.

Google... sta costruendo un impero sulla tua strada, nel tuo telefonino, nel tuo DNA, cercando fortemente di “non essere cattivo”.

Tradotto da Cicero Herlanio Fernandes Teotonio per PeaceLink . Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)