Global Carnival for Assange: anche l’Italia si schiera per il giornalista australiano

Sabato 11 febbraio 2023, in quaranta città del mondo si terrà il Global Carnival for Assange: a Roma dalle 15.30 alle 16.30 presso l’Ambasciata d’Australia in via Antonio Bosio (angolo via Nomentana), a Napoli a partire da mezzogiorno in piazza Olivella, e in altre città ancora.
10 febbraio 2023
Patrick Boylan

Sit-in davanti alla RAI  il giorno della libertà di stampa

Tutto parte ancora una volta da Londra, per mano della Don’t Extradite Assange Campaign. Sfruttando l’arrivo del Carnevale, si vuole richiamare nuovamente l’attenzione sul caso del giornalista australiano Julian Assange, incarcerato a Londra in attesa di estradizione negli Stati Uniti dove rischia 175 anni di prigione per aver rivelato i crimini di guerra USA in Iraq e Afghanistan.

Cosa fa il governo di Canberra per il suo cittadino più celebre? Nulla di visibile, dice il gruppo romano di FREE ASSANGE Italia. Pertanto, durante il loro presidio, gli attivisti romani, ognuno portando una maschera di Assange, consegneranno una lettera di sollecito a una effigie del Primo Ministro australiano Antonio Albanese, mascherato da Uomo Invisibile.

Infatti, Albanese ha più volte parlato del suo lavoro dietro le quinte per la liberazione del suo connazionale, ma due settimane fa un giornalista australiano ha pubblicato un’indagine da lui svolta presso gli archivi di Canberra: non risulta nessuna documentazione scritta attestante colloqui o corrispondenza tra l’Australia e gli Stati Uniti riguardante il caso Assange. “Va bene la discrezione,” diranno gli attivisti nella lettera che consegneranno, “ma chiediamo rassicurazioni che un lavoro ‘invisibile’ non significhi un lavoro inesistente.”

Il tema del Carnevale verrà rievocato non solo con le maschere dei partecipanti, ma anche con il costume lampeggiante dell’attrice Laura Albery, che leggerà una pagina da “Assange in Prigione”, e dall’installazione #Stand4Assange con tre attivisti, in piedi su altrettante sedie, mascherati da Assange, Chelsea Manning e Edward Snowden. L’installazione rievoca la celebre scultura itinerante di Davide Dormino, “Anything to Say?”. Una quarta sedia sarà a disposizione dei partecipanti al presidio, per salire sopra e dire la loro sulla persecuzione del co-fondatore di WikiLeaks. Infine l’attrice Pilar Castel, mascherata da giornalista, cercherà di far sbottonare l’effigie di Albanese.

Anche in altre città italiane sabato prossimo si terranno manifestazioni carnevalesche. Rievocando il significato antico di un carnevale dove si sbeffeggiavano i potenti e i loro soprusi con maschere, canti, balli, musica, gli attivisti napoletani offriranno alla loro cittadinanza una “Parata di Carnevale per Julian Assange”, con musica della Banda Basaglia e effigie dei “tre fetentoni” che hanno perseguitato Assange, ovvero l’ex presidente USA Donald Trump, il suo Ministro della Giustizia Mike Pompeo e l’attuale presidente Joe Biden. La parata partirà alle 13.30 da piazzetta Olivella nell’ambito del 18° Carnevale Sociale di Montesanto. Per rievocare la persecuzione delle voci libere, prima della parata gli attivisti insceneranno un “Processo a Pulcinella”.

Ci si mobiliterà sabato anche in Sardegna, con l’appuntamento di Cagliari presso la Scalinata Bastione Saint Remy (Piazza della Costituzione). A Padova si inscenerà la carcerazione di Assange dalle 15 alle 17 in Piazza Garzeria e a Mestre (VE) in Piazza Ferretto con l’apporto del Comitato Veneto Per Assange. Onoreranno Assange a Trieste durante una manifestazione e fiaccolata per la pace che parte da Largo Barriera alle 19.

A Reggio Emilia, appuntamento alle 10.30 davanti alla Prefettura. Il corteo si snoderà lungo le vie della città emiliana, nei luoghi simbolo della raccolta firme per la cittadinanza onoraria a Julian Assange e raggiungerà in conclusione la sede del Comune per la consegna delle firme.

Per vedere tutti gli eventi, non solo in Italia ma nel mondo, per il “Carnevale Globale per Assange”, consultare la mappa interattiva del Comitato 24hAssange: https://www.24hassange.org/it/iniziative/

Si potrà guardare sul proprio computer o cellulare, sabato prossimo a partire dalle 10,30 e fino a mezzanotte, tutti gli eventi italiani e mondiali in tempo reale cliccando uno di questi link: https://www.youtube.com/@pressenzaitalia

https://www.youtube.com/@terranuovaedizioni

https://www.youtube.com/@24hassange25

Chi vuole sostenere la liberazione di Assange laddove non ci sono eventi in programma, può contribuire a far pressione internazionale sul governo britannico e quello americano sottoscrivendo la petizione che chiede di fermare l’estradizione di Assange negli Stati Uniti e di lasciar cadere le accuse contro il maggiore giornalista investigativo della nostra epoca. L’indirizzo della petizione: https://dontextraditeassange.com/petition/

Anche Amnesty International ha lanciato una petizione a favore di Assange: https://www.amnesty.it/appelli/annullare-le-accuse-contro-julian-assange

Articoli correlati

  • Milano ha vietato di nuovo l’opera d’arte per Julian Assange
    MediaWatch
    Manifestazione di protesta con Stella Assange il 16/6 ore 14.30 in Piazza Castello

    Milano ha vietato di nuovo l’opera d’arte per Julian Assange

    Il Comune di Milano, dopo aver già negato la cittadinanza onoraria al pluripremiato giornalista incarcerato Julian Assange, ha vietato per la seconda volta l'installazione del gruppo statuario "Anything to Say?" dello scultore Davide Dormino.
    14 giugno 2024 - Patrick Boylan
  • Le "statue itineranti" di Assange, Snowden e Manning ora a Bologna
    MediaWatch

    Le "statue itineranti" di Assange, Snowden e Manning ora a Bologna

    Arriva nel capoluogo dell'Emilia Romagna la scultura “Anything to say?” di Davide Dormino, penultima tappa di un tour che ha visto impegnate le città di Milano, Napoli e Roma. L’opera in bronzo sarà esposta in piazza del Nettuno il 13 e il 14 giugno, dalle ore 11 alle ore 21, poi tornerà a Milano.
    11 giugno 2024 - Free Assange Bologna
  • Ultimi giorni a Roma per la “statua itinerante” di Julian Assange, poi Bologna e Milano
    MediaWatch
    L'arte a favore della libertà di stampa e di espressione

    Ultimi giorni a Roma per la “statua itinerante” di Julian Assange, poi Bologna e Milano

    “Anything to Say?”, la celebre installazione in bronzo di Davide Dormino, che raffigura Julian Assange con Edward Snowden e Chelsea Manning, rimarrà a Roma in piazza Orazio Giustiniani, davanti all’ex Mattatoio, fino al 7 giugno.
    5 giugno 2024 - Patrick Boylan
  • Un monumento al coraggio, quello di Julian Assange, ora in tour in Italia
    MediaWatch
    Una statua da vedere, toccare con le mani e anche salirci sopra.

    Un monumento al coraggio, quello di Julian Assange, ora in tour in Italia

    Sta facendo il tour della Penisola la stupenda opera statuaria di Davide Dormino Anything to Say?, un gruppo scultoreo in bronzo massiccio che Dormino chiama il suo “monumento” al coraggio di tre eroi moderni, rappresentati a grandezza naturale: Julian Assange, Chelsea Manning e Edward Snowden.
    30 maggio 2024 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)