CyberCultura

Iran&Linux vs USA

21 settembre 2004
Tecnomatic Cafè
L'Iran sarà il prossimo paese a disfarsi del sistema operativo di Redmond in favore del pinguino. La svolta open-source, al contrario delle motivazioni di altri Stati, segue un copione diverso e molto più interessante.

Questa volta, il motivo che spinge a passare a Linux non è l'ingente risparmio su licenze software, in quanto "in Iran tutto il sofware è copiato. Non c'è una legge sul copyright, così tutti usano il sofware Microsoft gratuitamente" - come spiega il segretario dell'Iran High Informatics Council su Iol.co.za. Infatti, la questione economica potrebbe ipoteticamente porsi solo in futuro, quando il paese entrando nel WTO dovrà accettare il rispetto delle leggi internazionali sulla proprietà intellettuale. Ma prima di pagare per milioni di licenze, il regime islamico ha pensato bene di valutare l'ipotesi Linux, promossa a pieni voti.

La situazione dell'Iran non è delle più semplici, basti pensare che l'intero IT iraniano è basato su software sviluppato e commercializzato dal suo nemico principale, gli Stati Uniti. Il paese è sotto sanzioni US e i continui problemi di sicurezza dei prodotti Microsoft con relativi aggiornamenti da operare rende necessaria la scelta di un sistema operativo alternativo.

Cambiare la mentalità delle persone non è semplice, ma come spiega in un'intervista all'AFP Mohammad Sephery-Rad - il responsabile dei sistemi informatici iraniani - "è possibile convincere la gente che Linux è la migliore opzione".
E questo, non è tanto difficile. Anche perchè già esiste una linux community iraniana e una versione live-CD di linux in Farsi (la lingua ufficiale dell'Iran).

Articoli correlati

  • Iran: lettori avete ragione, giornali e Rai non sono credibili
    Conflitti
    La stessa Germania, come documenta Der Spiegel, è irritata dalle sanzioni Usa

    Iran: lettori avete ragione, giornali e Rai non sono credibili

    Gli Usa stanno strangolando l’economia iraniana con le sanzioni, nonostante Teheran abbia rispettato gli accordi sul nucleare del 2015
    12 maggio 2019 - Alberto Negri
  • Ecologia della vita quotidiana e computer
    Ecodidattica
    Linux Lubuntu per resuscitare i vecchi computer

    Ecologia della vita quotidiana e computer

    Non volete gettare il computer su cui è istallato Windows XP? Ecco alcuni consigli per evitare l'obsolescenza tecnologica usando il software giusto.
    29 marzo 2019 - Alessandro Marescotti
  • La sfida all'Iran
    Conflitti
    L'alleato Saudita di Trump coglie l'occasione per diventare una potenza atomica

    La sfida all'Iran

    Fatta la pace con la Corea del Nord, Trump apre un nuovo fronte di scontro nucleare con l'Iran
    12 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • Petrolio, armi e nucleare al tempo di Trump e relazioni con NATO, Europa e Italia
    Disarmo
    L'amministrazione "spianerà la strada verso il dominio energetico USA"

    Petrolio, armi e nucleare al tempo di Trump e relazioni con NATO, Europa e Italia

    Agli USA interessa davvero sostenere l’asse Arabia Saudita, Emirati, Egitto e Israele piuttosto che Qatar e Turchia? O piuttosto compromettere quello fra Siria, Iran e Russia?
    7 luglio 2017 - Rossana De Simone
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)