Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

  • Val di Susa - Presentazione "Giovanni Pesce: per non dimenticare"

    Val di Susa - Presentazione "Giovanni Pesce: per non dimenticare"

    Con VITTORIO AGNOLETTO e con CLAUDIA e SILVIA PINELLI
    29 marzo 2017 - Laura Tussi
  • Ma che colpa abbiamo noi?

    Ma che colpa abbiamo noi?

    Il Debito Pubblico sta per raggiungere i duemila miliardi.
    4 aprile 2012 - Ernesto Celestini
  • Dalla diga del Quimbo alla Val di Susa

    Una morale di impaccio al buongoverno ?

    Una tolleranza di facciata consente a governi e a comunità locali di proseguire una guerra verbale tra sordi dominata da pregiudizi, arroganza del potere e interessi privati senza badare ai costi sociali che dovrà pagare una società in cui la morale e la dignità delle persone hanno ceduto il passo ai piccoli interessi immediati dell'economia.
    6 marzo 2012 - Ernesto Celestini
  • Val di Susa, quando lo Stato viola la legge
    Lo scontro non è fra manifestanti a volto coperto e poliziotti, ma fra volontà popolare e lobby economiche

    Val di Susa, quando lo Stato viola la legge

    La Convenzione di Aarhus (recepita con legge 108/2001) non consente di fare scelte ambientali senza il consenso dei cittadini. Eppure le scelte vitali sono prese spesso escludendo le popolazioni. Condanniamo le bombe di carta ma vorremmo anche bloccare le bombe Nato che stiamo lanciano su Tripoli con le nostre tasse. Non si possono usare due pesi e due misure nel condannare la violenza
    4 luglio 2011 - Alessandro Marescotti
Vergognosa azione contro i manifestanti

Il manganello ad alta velocità: picchiati i manifestanti nonviolenti della Val di Susa

Tav. La polizia rompe il presidio di Venaus: 8 feriti. Si mobilitano i comitati anti Tav
6 dicembre 2005
Fonte: Rainews 24 di oggi

6 dicembre - Susa - Le forze dell'ordine sono intervenute questa notte a Venaus per sgomberare il presidio dei manifestanti che impediscono da giorni i lavori per la linea ferroviaria ad alta velocità (Tav) in Val di Susa. L' operazione è stata compiuta per prendere possesso degli 82 lotti di terreno su cui la società CNC, per conto della LTF, dovrà compiere lavori per la costruzione di un tunnel al servizio della futura linea.

---

Le forze dell'ordine sono intervenute questa notte a Venaus per sgomberare il presidio dei manifestanti che impediscono da giorni i lavori per la linea ferroviaria ad alta velocità (Tav) in Val di Susa. L' operazione è stata compiuta per prendere possesso degli 82 lotti di terreno su cui la società CNC, per conto della LTF, dovrà compiere lavori per la costruzione di un tunnel al servizio della futura linea ferroviaria Torino-Lione.

L' opposizione dei manifestanti che sono contrari alla Tav aveva finora consentito l' occupazione di soli 5 lotti. Da martedi' scorso forze dell' ordine e manifestanti si fronteggiavano in una situazione di stallo.

"Intorno alle 3:30 - racconta il fotografo Alessandro Contaldo, che si trovava al presidio di Venaus - sono arrivati una trentina di automezzi delle forze dell' ordine che hanno scaricato un migliaio tra agenti e carabinieri in assetto antisommossa. E' iniziata subito una carica ed anch'io sono stato colpito da alcune manganellate".

Secondo Antonio Ferrentino, presidente della Comunità montana Bassa Valle di Susa, ci sono stati otto feriti, alcuni dei quali soccorsi dalle ambulanze inviate sul posto dal 118, che parla di "feriti lievi". Si sono messi all' opera anche le ruspe che hanno tolto la barricata eretta dai dimostranti nei giorni scorsi.

Al momento dello sgombero nella zona vi era un centinaio di manifestanti. Polizia e carabinieri hanno isolato la zona con posti di blocco più a valle sulle strade che portano al presidio di Venaus.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)