Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

  • PeaceLink: "Negare cure sanitarie a Taranto è razzismo ambientale"
    Drammatico taglio di cinquanta milioni di euro che un emendamento parlamentare includeva nella Legge di stabilità

    PeaceLink: "Negare cure sanitarie a Taranto è razzismo ambientale"

    I tarantini da tempo non sono considerati cittadini ma sudditi privi di tutela. Devono tenersi l’inquinamento e in più non possono curarsi. E’ inaccettabile che l’emendamento a firma (si badi bene) di parlamentari Pd non abbia avuto il benestare del loro stesso governo.
    26 novembre 2016 - Associazione PeaceLink
  • DDL sugli ecoreati, i rischi sul tappeto
    Martedì 17 maggio voto definitivo per l'approvazione del disergno di legge sugli ecoreati

    DDL sugli ecoreati, i rischi sul tappeto

    Il procuratore di Civitavecchia, Gianfranco Amendola, nome storico delle lotte ambientali ed esperto di diritto ambientale, avverte che la nuova legge può oggettivamente essere "un incentivo a distruggere l’ambiente"
    17 maggio 2015 - Carlo Gubitosa
  • DDL 1345 sugli ecoreati: se non viene emendato è l'ottava legge "Salva Ilva"
    Il 19 maggio il Senato sarà chiamato ad esprimersi definitivamente sul disegno di legge 1345 riguardante gli ecoreati.

    DDL 1345 sugli ecoreati: se non viene emendato è l'ottava legge "Salva Ilva"

    Il DDL, che si presenta con buone intenzioni, è però scritto male e in forma ambigua. Mette a rischio i processi per disastro ambientale in atto e preclude la possibilità di avviare nuovi processi a industrie e impianti inquinanti dotati di autorizzazione AIA.
    18 maggio 2015 - Alessandro Marescotti
  • Sull'ILVA solo l'Europa può fermare il governo
    Decreto Ilva: c’è l’immunità penale per il nuovo commissario ILVA!

    Sull'ILVA solo l'Europa può fermare il governo

    L’on. Michele Pelillo del PD nel 2013 dichiarò solennemente: “Se l’AIA non sarà rispettata o non sarà sufficiente, a quel punto, sarò il primo a manifestare insieme agli ambientalisti per la chiusura dello stabilimento”. Ora addirittura si fa una legge per dare l’immunità a chi guiderà un’ILVA. L’unica speranza è che la Commissione Europea deferisca alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea questo governo parolaio.
    Alessandro Marescotti
Della Seta: il nuovo corso sarà per un ambientalismo del fare

«L’ambiente è centrale per il Pd»

L’ambiente al centro della politica riformista e del futuro. Perchè in Italia i temi della salvaguardia ambientale si pongono con urgenza: clima, ecomafie, morsa dell’inquinamento, dissesto idrogeologico, paesaggio e città, trasporti, energia, e non ultima - per restare alla cronaca recente - la questione rifiuti, con la crisi in atto in Campania.
25 gennaio 2008 - Maristella Iervasi
Fonte: L'Unità

- Ben venga quindi la due giorni fiorentina (domani e domenica) dell’«Ambientalismo del fare», slogan e tema del primo appuntamento programmatico nazionale del Partito democratico. Ne parliamo con Roberto Della Seta, responsabile ambiente del Pd. Che rivela: «La nostra ambizione? Segnare un punto di svolta. Rompere con la dimensione conservatrice dell’ambientalismo. Per difendere l’ambiente e i nostri territori - precisa - bisogna fare: costruire tramvie e trasporti su ferro e via mare e non autostrade. Reciclare i rifiuti e dotarsi di termovalorizzatori. Fare ambientalismo non vuol dire opporsi a tutto».

Su questo c'è in questi giorni una polemica che investe Pecoraro Scanio. È quello l'ambientalismo del no?

«Il problema non è Pecoraro. Non c'è dubbio che anche sulla vicenda Campania si sia visto all'opera un ambientalismo conservatore ed egoista. Adesso però non è il momento delle polemiche, bisogna dare un appoggio pieno e incondizionato al piano annunciato dal commissario straordinario De Gennaro».

E qual è la vosta posizione sull’ambientalismo del fare?

«Ambientalismo del fare significa dire chiaro e forte che i tram, come gli impianti per il compostaggio dei rifiuti, come le centrali ad energia eolica, come le linee ferroviarie, sono necessari proprio per difendere l’ambiente. Un ambientalismo serio non possa non vedere un’opera positiva nella linea tramviaria fiorentina: il centro storico verrà pedonalizzato, di conseguenza meno smog e traffico automolistico».

Le città muoiono di smog, la Campania affoga nei rifiuti... Quale svolta per l’ambiente e l’ambientalismo?

«C’è necessità di una discontinuità politica ed ambientale». Vale a dire?
«Il centrosinistra ha sempre trascurato le questioni ambientali, ne ha fatto un pezzo di settore e mai una chiave per disegnare lo sviluppo. Il Pd invece ha fatto dell’ambiente uno dei temi fondanti della sua identità riformista, del suo programma».

E come muoverà i primi passi l’ambientalismo del fare?

«Nel prossimo week-end a Firenze nei forum tematici ci si confronterà con rappresentanti del mondo economico, della scienza, della cittadinanza attiva, per mettere l’ambiente al centro delle politiche per lo sviluppo, la sicurezza e il benessere dei territori. Domenica ci sarà una manifestazione con Walter Veltroni, Joschka Fischer, leaeder ambientalista di successo in Europa, Ségolène Royal e Leonardo Domenici. Poi cominceremo un lungo viaggio attraverso l’Italia».

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)