Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Vengono dall'America per pulire il quartiere Tamburi di Taranto

"La nostra è una scelta di Fede"
22 ottobre 2018

Le ragazze americane che puliscono piazza Masaccio nel quartiere Tamburi di Taranto

Stefania e Marcello accompagnavano a scuola la loro bambina nel quartiere Tamburi ed attraversavano quella che oramai è diventata il cuore pulsante dell'attivismo del quartiere, piazza Masaccio. Si accorgono che ci sono due ragazze giovani che puliscono la piazza e siccome proprio in questi giorni in una assemblea di Tamburi Combattenti si affrontava l'argomento inerente la pulizia delle piazze del quartiere, queste due ragazze che anticipano i loro intenti li incuriosiscono.

Si avvicinano a loro ed iniziano a parlare. Le ragazze, nel loro italiano un po' affannato ma comunque comprensibile, raccontano che appartengono ad un gruppo religioso che ha sede a Statte, che stanno facendo un cammino di Fede e per questo motivo hanno deciso di loro iniziativa di prestare un servizio alla comunità tarantina partendo dalla pulizia di luoghi comuni proprio come piazza Masaccio.

Stefania e Marcello sono molto contenti di questa scoperta, fotografano le ragazze che si prestano volentieri alla posa dimostrando gioia e volontà. Le invitano all'assemblea che si tiene in piazza il lunedì e dove si affrontano le tematiche ambientali della città ed in particolare del quartiere Tamburi.

Una bella storia di condivisione fra persone che sono divise da lingua, cultura e provenienza ma che nello spirito della condivisione e dell'accoglienza operano in un quartiere difficile da vivere e che ha bisogno anche di questi gesti per far crescere la comunità del Tamburi.

Articoli correlati

  • Sabato 24 novembre si parlerà dell'immunità penale concessa per Ilva ad Am Investco
    Ecologia
    L'immunità penale concessa ad Am Investco viola la Costituzione?

    Sabato 24 novembre si parlerà dell'immunità penale concessa per Ilva ad Am Investco

    Permangono le problematiche legate all'inquinamento e i dubbi sulla costituzionalità della norma che ha concesso l’immunità penale e amministrativa agli acquirenti Ilva.
    22 novembre 2018
  • "Ho pianto per i bambini di Taranto e per questa infanzia negata"
    Legami di ferro
    L'Unicef si schiera al fianco di Taranto e dei suoi bambini vittime dell'inquinamento

    "Ho pianto per i bambini di Taranto e per questa infanzia negata"

    Andrea Iacomini, portavoce nazionale Unicef Italia, celebra a Taranto la convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. E dichiara: "Il nostro mandato è di proteggere i bambini ovunque essi siano". E poi: "Il caso ILVA non è chiuso, i bambini qui vivono una condizione impressionante".
    24 novembre 2018 - Beatrice Ruscio
  • Il settimo compleanno delle Chiancarelle ribelli - Salerno e Taranto unite contro gli inquinatori
    Ecologia
    A Salerno come a Taranto si discute di come superare il conflitto salute - lavoro

    Il settimo compleanno delle Chiancarelle ribelli - Salerno e Taranto unite contro gli inquinatori

    Il gemellaggio tra i comitati di Taranto e Salerno continua perché ovunque e per tutti vale il principio che bisogna tutelare la salute. Peacelink è stata invitata alla presentazione del documentario "Il tradimento" sulla vicenda Ilva che si terrà a Salerno.
    22 novembre 2018
  • Quante cozze a settimana? Non più di 13 grammi
    Ecologia
    Dose tollerabile giornaliera per un bambino di 10 anni a Taranto

    Quante cozze a settimana? Non più di 13 grammi

    Diossine e PCB possono essere presenti nelle cozze di zone inquinate. Con i nuovi valori di DST (Dose Settimanale Tollerabile) divulgati dall'EFSA, a Taranto i bambini non dovrebbero mangiare più di 13 grammi di cozze a settimana
    21 novembre 2018 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)