Editoriale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Il tessitore dei diritti umani
    Iqbal Masih, tredici anni, è stato ucciso a Lahore il 16 aprile 1995

    Il tessitore dei diritti umani

    Iqbal Masih era colpevole: colpevole per essersi ribellato alla mafia dei tappeti, allo sfruttamento minorile ed aver istigato altre persone a seguire il suo esempio
    3 marzo 2018 - Giacomo Alessandroni
  • Un Racconto di Vita Partigiana - Seconda Edizione
    LIBRO:

    Un Racconto di Vita Partigiana - Seconda Edizione

    Completano il libro le testimonianze e le riflessioni di Moni Ovadia, Renato Sarti, Bebo Storti, Dario Venegoni, Antonio Pizzinato, Giuseppe Valota. Recensione di Alessandro Marescotti
    1 marzo 2018 - Laura Tussi
  • Stephane Hessel
    Nel quinto anniversario della scomparsa

    Stephane Hessel

    Stephane Hessel ha partecipato eroicamente alla Resistenza francese (catturato dai nazisti e deportato nel campo di sterminio di Buchenwald riusci' a evadere e continuare la lotta) e dopo la guerra ha lavorato al Segretariato generale dell'Onu ed e' stato uno dei principali redattori della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
    27 febbraio 2018 - Peppe Sini
  • Honduras scosso da una crisi terribile dei diritti umani

    Honduras scosso da una crisi terribile dei diritti umani

    Elezioni fraudolente e usurpazione presidenziale annunciano forte instabilità
    5 febbraio 2018 - Giorgio Trucchi
Si avvicina la ricorrenza del 25 aprile

La Resistenza oggi è nonviolenza

Oggi la Liberazione si celebra, si difende e continua con la lotta nonviolenta in difesa della vita, della dignita' e dei diritti di tutti gli esseri umani; con la lotta nonviolenta in difesa della biosfera, l'unico mondo vivente casa comune dell'intera famiglia umana.
Peppe Sini (Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo)

Fedeli alla Resistenza

Si avvicina la ricorrenza del 25 aprile, anniversario della Liberazione dalla barbara dominazione fascista, memoria della Resistenza che ha salvato e liberato l'umanita' dall'orrore dei campi di sterminio.

Ma la Resistenza contro la violenza assassina deve continuare: la barbarie nazifascista continuamente si ripresenta nel mondo, e la Resistenza deve proseguire finche' l'intera umanita' sara' libera e solidale, nella pace e nella giustizia.

La Resistenza prosegue con la nonviolenza

Oggi la Resistenza antifascista e' la nonviolenza che si oppone alla guerra e a tutte le uccisioni, al razzismo e a tutte le persecuzioni, al maschilismo e a tutte le oppressioni.

Oggi la Liberazione si celebra, si difende e continua con la lotta nonviolenta in difesa della vita, della dignita' e dei diritti di tutti gli esseri umani; con la lotta nonviolenta in difesa della biosfera, l'unico mondo vivente casa comune dell'intera famiglia umana.

Oggi il 25 aprile ci convoca a difendere da ogni tentativo golpista la Costituzione della Repubblica Italiana nata dalla Resistenza antifascista, la Costituzione della Repubblica Italiana frutto della nostra comune Liberazione e messaggio di liberta', uguaglianza e fraternita' per l'umanita' intera, programma politico coerente e solidale con la Carta delle Nazioni Unite e con la Dichiarazione universale dei diritti umani.

Abolire le guerre, gli eserciti e le armi

Ricordare e proseguire la Resistenza, essere riconoscenti e fedeli alla Liberazione, difendere ed inverare la Costituzione repubblicana e l'impegno di democrazia progressiva che essa indica, celebrare il 25 aprile e continuare la lotta antifascista con la scelta concreta e coerente dell'azione nonviolenta significa opporsi a tutte le guerre assassine, a tutti i terrorismi assassini, a tutte le dittature assassine, a tutti i sistemi di potere, di dominazione e di sfruttamento assassini. E per opporsi alla violenza assassina occorre innanzitutto opporsi alle armi ed alle organizzazioni armate. Occorre lottare con la forza della verita', con la scelta della nonviolenza, per abolire gli eserciti e le armi.

Soccorrere, accogliere, assistere tutte le persone bisognose di aiuto

Ricordare e proseguire la Resistenza, essere riconoscenti e fedeli alla Liberazione, difendere ed inverare la Costituzione repubblicana e l'impegno di democrazia progressiva che essa indica, celebrare il 25 aprile e continuare la lotta antifascista con la scelta concreta e coerente dell'azione nonviolenta significa opporsi a tutte le persecuzioni, a tutti i razzismi, a tutte le schiavitu'.

Allegati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)