Sia San Valentino sia Mimmo Riace hanno compiuto un gravissimo reato: il "reato di umanità"

San Valentino, Mimmo Lucano e il "reato di umanità"

L'imperatore aveva deciso di abolire il matrimonio per i soldati. Valentino era un pacifista e disobbedì: incoraggiò allora i giovani fidanzati a venire da lui per celebrare il matrimonio. Un po' come Mimmo Lucano, incolpato di aver celebrato matrimoni civili per aiutare gli immigrati
14 febbraio 2019

Legami di Pace con Mimmo Lucano

Oggi, per San Valentino, rilanciamo la nostra pacifica e simbolica disobbedienza civile alle leggi ingiuste.

San Valentino era infatti un prete che venne martirizzato dai romani il 14 febbraio del 270 dopo Cristo.

Era entrato in contrasto con l'imperatore Claudio II per via dei matrimoni che celebrava fra i soldati e le loro fidanzate.

L'imperatore aveva deciso di abolire il matrimonio per i militari perché pensava che gli uomini sposati fossero dei cattivi soldati.

 

Valentino era un pacifista e disobbedì: incoraggiò allora i giovani fidanzati a venire da lui per ricevere il sacramento del matrimonio. Lo faceva violando le leggi dell'imperatore. L'imperatore andò su tutte le furie. E gliela fece pagare cara.

Anche Mimmo Lucano ha deciso di violare le leggi ingiuste per un principio superiore. E' accusato di favoreggiamento e di aver celebrato matrimoni per favorire l'immigrazione clandestina. Anche Valentino era di fatto accusato di favoreggiamento. A qualcuno non piacerà l'accostamento, ma siamo disobbedienti. Sia San Valentino sia Mimmo Riace hanno compiuto un gravissimo reato: il "reato di umanità".

Viva San Valentino! Viva Mimmo Lucano! San Valentino mentre univa in matrimonio un soldato e una ragazza. Con quel gesto violava la legge.

 

Note: P.S. - Se non si è capito, a noi l'imperatore Claudio II sta antipatico parecchio. Un po' come Salvini.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)