Laboratorio di scrittura

La riforma della giustizia voluta da Berlusconi rispunta con il governo Draghi

La rivincita di Berlusconi contro i magistrati

Vi ricordate il "processo breve" di berlusconiana memoria? Nel settembre 2010, il disegno di legge fu accantonato a seguito della reazione dell'opinione pubblica. Oggi viene riproposto in forma soft e rischia di passare con una larga maggioranza e con l'inerzia di una società civile distratta.
26 luglio 2021

Silvio Berlusconi

Gli avvocati di Berlusconi a stento lo trattengono. Lui è ovviamente orgoglioso che la "sua" riforma stia andando in porto. Non gli sembra vero. Gli avvocati gli dicono: non gioire troppo in pubblico, è bene non rilasciare dichiarazioni. Ma lui ogni tanto non si controlla. E, se leggiamo attentamente la stampa, ogni tanto lo si nota sprizzare soddisfazione, e qualche battuta se la lascia scappare, lui, il padre non ufficiale di questa riforma.

Se questa riforma della giustizia fosse promossa sotto un governo Berlusconi vedreste le barricate a Ferragosto, con gente di sinistra a brandire la Costituzione come una bandiera.

Oggi che la stessa riforma di gradimento berlusconiano viene promossa con forme più garbate e gentili, senza pronunciare sgangherati proclami contro le "toghe rosse", ha molte più probabilità di passare. Anche perché Vendola è irritato dopo l'ultima condanna. E i suoi le barricate non le vogliono.

Note: "Questo - spiega Berlusconi - è un governo di emergenza nato da una situazione di emergenza. Si basa sulla collaborazione fra forze politiche molto diverse tra loro come condizione per prendere decisioni rapide al fine di uscire dall’emergenza sanitaria ed economica legata alla pandemia. Noi intendiamo collaborare lealmente perché crediamo in questo governo e sappiamo che non ha alternative praticabili. Siamo consapevoli che in materia di giustizia ci sono sensibilità diverse fra forze politiche che oggi collaborano ma che in circostanze normali sarebbero certamente avversarie. Io credo però che proprio da questa situazione anomala possano nascere le condizioni - se tutti agiranno con senso di responsabilità - per gettarci alle spalle alcuni dei veleni che hanno caratterizzato gli ultimi 30 anni della vita pubblica italiana. Da un ministro competente come la professoressa Cartabia mi aspetto scelte semplicemente in linea con il principio costituzionale del giusto processo".
https://giuliettochiesa.globalist.it/politics/2021/03/27/berlusconi-annusa-la-vendetta-contro-la-magistratura-riforma-della-giustizia-2077199.html

Ed ecco cosa dice il PD https://www.iltempo.it/politica/2021/06/04/news/partito-democratico-riforma-csm-pagelle-conferenze-giudici-silvio-berlusconi-goffredo-bettini-giustizia-politica-27463692/

Articoli correlati

  • Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie
    Conflitti
    Tra diritto internazionale e filosofia morale

    Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie

    Al Senato USA dopo 8 anni si torna a parlare del futuro di Guantanamo. Davanti la Commissione di Giustizia la testimonianza di sei attori direttamente coinvolti nella storia del centro di detenzione, quattro favorevoli alla sua chiusura, due contrari.
    31 dicembre 2021 - Maria Pastore
  • Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia
    Sociale
    La cerimonia si è svolta presso l'auditorium "De Franchis" nella sede di Alife - Caserta

    Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia

    I figli di Stefania Formicola, vittima di femminicidio, ricevono il "Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia". Agnese Ginocchio, ha presentato un proprio brano dal titolo "E' tempo di pensare...", dedicato alla prima “Giornata Internazionale delle coscienze” indetta dall’ONU
    17 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Il Giardino dei continenti e della Nonviolenza
    Sociale
    Scampia, ricordata Stefania Formicola, vittima di femminicidio, con una targa

    Il Giardino dei continenti e della Nonviolenza

    A Napoli nel quinto anniversario, posa della targa nel "Giardino dei Continenti e della Nonviolenza". In questo cerchio di fratellanza e sorellanza sono stati presenti anche gli studenti.
    27 ottobre 2021 - Laura Tussi
  • Il Primo Follower
    Consumo Critico
    Per fare la rivoluzione ambientale un leader non basta

    Il Primo Follower

    Come fanno alcune persone a trascinare sempre più followers nella loro "rivoluzione"? Il libro di Sergio Fedele vuole essere un manuale per attivisti ambientali.
    6 ottobre 2021 - Linda Maggiori
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)