MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Premio Ilaria Alpi. Al via il bando di concorso della XII edizione

2 febbraio 2006

Il Premio Giornalistico Televisivo "Ilaria Alpi" si distingue anche quest'anno per l'attenzione all'impegno civile e sociale.

Parte il bando di concorso per la XII edizione del Premio dedicato alla giornalista Rai uccisa a Mogadiscio nel marzo 1994 insieme al telecineoperatore Miran Hrovatin.

Il Premio si rivolge alle inchieste e ai servizi giornalistici televisivi che trattano di solidarietà, non violenza, giustizia, diritti umani e lavoro.

Il regolamento e la scheda di iscrizione sono scaricabili dal sito http://www.ilariaalpi.it/premio/

Confermate le sezioni "storiche": dal Premio Miran Hrovatin per telecineoperatori, a quelle dedicate ai giornalisti che realizzano servizi per tg, rubriche o inchieste d'approfondimento, a quella riservata alle Tv locali e regionali.

Tutti i servizi verranno valutati dalla Giuria del Premio presieduta da Italo Moretti e composta da Ettore Mo (inviato speciale del Corriere Della Sera), Clemente Mimun (direttore Tg1), Mauro Mazza (direttore Tg2), Alessandro Banfi (vicedirettore Tg5), Claudio Brachino (vicedirettore Studio Aperto), Luca Ajroldi (già direttore TmcNews), Angela Buttiglione (direttore Tgr Rai), Antonio Di Bella (direttore TG3), Emilio Fede (direttore Tg4), Emilio Carelli (direttore Sky Tg24), Paolo Meucci (Consulente Tg2 Dossier), Giovanna Lio (Sky -Tg24), Andrea Vianello (Rai Tre), Paola Palombaro (Effetto Reale - La 7), Romano Tamberlich (Sky). Valuteranno le immagini per il Premio Miran Hrovatin i telecineoperatori professionisti Stefano Paolillo (AITC), Gianfranco Rados (VideoEst), Claudio Speranza (Rai) e Roberto Crifò (Mediaset).

Presente anche il "Premio Giovane" rivolto ai giornalisti al di sotto dei 32 anni. Per quest'ultima è prevista una giuria ad hoc composta esclusivamente dagli studenti del corso di comunicazione giornalistica dell'Università di Bologna.

L'attenzione ai documentari inediti e alle produzioni televisive europee continua con il "Premio Produzione" e il "Premio Europa". Per il vincitore del "Premio Produzione" il riconoscimento sarà l'acquisto e la messa in onda del reportage da parte di Rai Tre e di Rai News 24. Il vincitore sarà decretato da: da Italo Moretti, presidente della Giuria del Premio; Paolo Ruffini, direttore di Rai Tre; Roberto Morrione, direttore di Rai News 24; Paolo Serventi Longhi, Segretario Generale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e Gerardo Bombonato Presidente dell'Ordine dei Giornalisti dell'Emilia Romagna. Il "Premio Europa" si rivolge invece ai giornalisti e alle redazioni delle emittenti televisive europee, che potranno partecipare inviando fino a tre reportage giornalistici che trattino tematiche sociali.

A riconferma del successo delle scorse edizioni, ritorna il "Premio Studenti Scuole Superiori di Giornalismo", riconoscimento biennale riservato agli iscritti delle scuole di giornalismo italiane, che potranno inviare filmati realizzati da singoli o da gruppi in linea con i temi del Premio.

Novità assoluta della XII edizione sarà il Premio "Il lavoro che non si vede" dedicato a quei filmati che approfondiranno le tematiche legate al lavoro.

Il Premio sarà assegnato da una giuria composta da Italo Moretti, Piero Marrazzo, Enrico Gasbarra, Walter Veltroni, Paolo Serventi Longhi, Giuliano Epifani e Paolo Beni.

Il Premio "Il lavoro che non si vede", è promosso da Nidil (sindacato dei lavoratori atipici aderenti alla Cgil) Arci e Regione Lazio. Il vincitore sarà scelto tra i servizi partecipanti alla XII edizione del Premio Ilaria Alpi in attinenza col tema.

Riproposto anche il "Premio della Critica" riservato a servizi d'approfondimento trasmessi dalle emittenti televisive italiane, segnalati da una giuria di critici televisivi composta da Antonio Dipollina (Repubblica), Alessandra Comazzi (La Stampa), Norma Rangeri (Il Manifesto), Roberto Levi (Il Giornale), Mirella Poggialini (Avvenire), Giovanni Volpi (Tv Sorrisi e Canzoni) e Maurizio Turrioni (Famiglia Cristiana).

Il Premio Ilaria Alpi 2006 ha ricevuto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e i patrocini della Presidenza della Camera dei Deputati, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dell'Ordine dei Giornalisti Nazionale e della Commissione Nazionale Italiana per l' UNESCO.

Il Premio Ilaria Alpi è promosso dalla Regione Emilia Romagna, dal Comune di Riccione e dalla Provincia di Rimini, grazie alla collaborazione della Rai, dell'Ordine dei Giornalisti dell'Emilia Romagna, della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e dell'UsigRai e sponsorizzato da Coop, BCC, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, Hotel Luna e Block 60. E' organizzato dall'Associazione culturale riccionese Ilaria Alpi-Comunità Aperta. La premiazione si svolgerà a Riccione dall' 1 al 3 giugno 2006.

Il bando di concorso scade il 12 aprile 2006.

PER INFORMAZIONI:
PREMIO GIORNALISTICO TELEVISIVO ILARIA ALPI
Viale delle Magnolie 2
47838 Riccione (RN) - Italia
Tel: ++39 0541 691640
Cell.:++39 335 386453
Fax: ++39 0541 475803

http://www.ilariaalpi.it
info@ilariaalpi.it
glughi@ilariaalpi.it

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)