Una firma per la memoria

Il 5 per mille alla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
22 marzo 2006

La Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico - http://www.aamod.it - è fra i possibili beneficiari del 5 per mille.

Da quest’anno infatti sara' possibile devolvere il 5 per mille della propria dichiarazione dei redditi ad associazioni ed enti.

Il 5 per mille è un contributo destinabile, per decisione del contribuente, ad associazioni di volontariato, Onlus (Organizzazioni Non Lucrative di Utilita' Sociale), ricerca scientifica...

Non sono soldi in più ma denaro già destinato allo Stato.

cosa fare per destinare la quota:

Il contribuente può destinare la quota del 5 per mille della sua imposta sul reddito delle persone fisiche, relativa al periodo di imposta 2005, apponendo la firma in uno dei quattro appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione (CUD 2006; 730/1- bis redditi 2005; UNICO persone fisiche 2006).

È consentita una sola scelta di destinazione.

Oltre alla firma, si deve indicare il codice fiscale dello specifico soggetto cui si intende destinare direttamente la quota del 5 per mille. La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell’8 per mille non sono in alcun modo alternative fra loro.

Ecco il codice fiscale della Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico 97 041 390 580

Allegati

  • Una Firma per la Memoria

    151 Kb - Formato pdf
    Il 5 per mille alla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico

Articoli correlati

  • Prevenire la guerra
    Pace
    Lo scopo del movimento pacifista fu sempre quello di prevenire la guerra

    Prevenire la guerra

    Qualche anno dopo l’avvento di Hitler, la maggioranza della sinistra continua a credere che la pace possa essere mantenuta soprattutto attraverso le politiche di sicurezza collettiva e del disarmo, fino alla regolazione internazionale delle controversie
    5 settembre 2021 - Laura Tussi
  • La pace, impossibile?
    Pace
    Il pacifismo inglese e non solo attinse forza dal ricordo degli orrori della prima guerra mondiale

    La pace, impossibile?

    “Mai più guerre” fu lo slogan con il quale molti si identificarono per lo stretto rapporto intrattenuto di persona con la sofferenza e la morte provocata dalla guerra
    1 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Pace a colori
    Pace
    Illustrazioni, manifesti e disegni di dossier che trattano di conflitti e pace

    Pace a colori

    Proprio nel poter confrontare le innumerevoli soluzioni grafiche proposte nei vari dossier che trattano di conflitti e pace e guerre nel mondo è facile osservare subito alcuni fattori dominanti come il ricorso massiccio a simboli universalmente riconosciuti
    27 agosto 2021 - Laura Tussi
  • "Il cortile degli oleandri"
    Cultura
    Racconto antifascista di Rosaria Longoni

    "Il cortile degli oleandri"

    Questo è il nuovo racconto di Rosaria Longoni tratto dal suo ultimo romanzo Il cortile degli oleandri, che narra la storia di una famiglia, immigrata in Brianza durante la seconda guerra mondiale, solidale con Resistenti, Renitenti e Partigiani nel periodo nefasto dell'incubo nazifascista
    19 agosto 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)