MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Troppa TV provoca scompensi ormonali e rende obesi

Fonte: Ansa - 08 dicembre 2004

ROMA, 8 DIC - Per combattere l'obesita' infantile "spegnete la tv e fate sport". È l'invito rivolto ai genitori di bambini e ragazzi sovrappeso dall'assessore allo sport della provincia di Ragusa Nino Minardo promotore dell'inizitiva 'No Tv On', manifestazione che dal 13 al 15 dicembre vedra' centinaia di famiglie stimolate per tre giorni a spegnere il piccolo schermo per incontrarsi nei palazzetti dello sport. Un'iniziativa che fa seguito a quella, analoga, del maggio scorso di un paesino in provincia di Arezzo, Cavriglia.

"Sicuramente tre giorni senza tv non rappresentano una soluzione al problema - dice l'assessore Minardo pensando anche ai recenti risultati di una ricerca sull'effetto della tv sugli ormoni - ma sono un primo passo per coinvolgere le famiglie in maniera attiva contro uno dei problemi piu' rilevanti della societa' attuale. La tv e i videogiochi non vanno demonizzati, ma semplicemente utilizzati in maniera corretta e contenuta, mentre la famiglia deve essere sempre piu' presente e coinvolta".

L'obesita' infantile colpisce 1 bambino su 4 e la prima causa sono l'utilizzo esasperato di tv e videogiochi. Complessivamente (tra piccolo schermo e video giochi) bambini e i ragazzi stanno davanti al video per oltre 5 ore al giorno. Da questo dato nasce l'appello dell assessore Minardo.

'No tv on' e' un'iniziativa che mira a riscoprire la cultura dello sport, ma, soprattutto, a sensibilizzare genitori, bambini e ragazzi sui rischi e le conseguenze sulla salute legate ad una vita troppo sedentaria. "Tra televisione, videogiochi e le ore che giustamente vengono dedicate allo studio, i bambini e i ragazzi fanno sempre meno attivita' sportiva. Se a questo si aggiunge un'alimentazione sempre piu' sbagliata, non ci si deve stupire che i dati sull'obesita' infantile siano sempre piu' allarmanti sottolinea l'assessore Minardo.
Lo sport rappresenta un'importante risposta a questa vera emergenza sociale. Vogliamo promuovere tra i giovani e le loro famiglie la cultura dello sport e della salute".

'No Tv On' si svolgera' all'interno di una serie di iniziative di 'Sport e solidarieta" organizzate dall'assessorato Provinciale allo Sport, in collaborazione con il Coni di Ragusa. Nei tre giorni in cui viene chiesto di tenere spenti i televisori i giovani e le famiglie di tutta la provincia verranno coinvolti in tre grandi manifestazioni sportive che vedranno protagonisti bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni.

Nei palazzetti dello sport di Ragusa, Modica e Comiso, infatti, ci saranno esibizioni di tutte le associazioni sportive della Provincia, per dare un segnale forte sull'importanza di praticare uno sport.

Ansa

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)