Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Resa nota la perizia del medico legale che ha eseguito l'autopsia

Due prigionieri afghani morti a Guantanamo

Potrebbero essere stati uccisi: decesso causato da «un trauma da corpo contundente». Gli Usa: il verdetto non è definitivo
11 ottobre 2003
Fonte: Corriere della Sera 6 marzo 2003 http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2003/03_Marzo/06/guantanamo.shtml - 06 marzo 2003

LONDRA - Due afghani, che erano rinchiusi nella prigione allestita dagli Usa nella base militare di Guantanamo, potrebbero essere stati uccisi: è quanto sostiene la perizia del medico legale che ha esguito l'autopsiasui cadaveri, stabilendo che la morte, avvenuta a dicembre, è stata provocata da un «trauma da corpo contundente». I due prigionieri erano rinchiusi da una settimana nel centro di detenzione, dove da più di un anno sono segregati ex-talebani e uomini di al Qaeda.

IL PORTAVOCE USA: «VERDETTO NON DEFINITIVO»
Secondo un portavoce Usa, interpellato dalla Bbc News Online, il verdetto del medico non è ancora definitivo e l'indagine sarà completata a fine mese. Le organizzazioni umanitarie hanno più volte denunciato le condizioni di vita dei prigionieri di Guantanamo, che sarebbero privi dei più basilari diritti umani; ma Washington ha sempre replicato all'accusa che i detenuti vengono torturati, sostenendo che è «ridicola». Ma il Washington Post, nello scorso dicembre, aveva pubblicato un'inchiesta nella quale si metteva nuovamente sotto accusa il trattamento riservato ai prigionieri.

Note: La BBC scrive: "Specific allegations of prisoner torture were first published in the Washington Post in December last year".
http://news.bbc.co.uk/2/hi/south_asia/2825575.stm

Articoli correlati

  • Guantanamo e le contraddizioni dei grandi della Terra
    Pace
    Non esistono guerre giuste e la tortura è sempre un crimine

    Guantanamo e le contraddizioni dei grandi della Terra

    I venti anni di atrocità in Afghanistan e a Guantanamo provano che gli USA e l'UE non sono democrazie compiute. In nome della lotta al terrorismo hanno fatto strage di innocenti e, invece che moltiplicare soluzioni di pace stanno progressivamente aumentando i loro finanziamenti al settore militare
    7 gennaio 2022 - Maria Pastore
  • Italiani per Hale
    PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    10 ottobre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie
    Conflitti
    Tra diritto internazionale e filosofia morale

    Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie

    Al Senato USA dopo 8 anni si torna a parlare del futuro di Guantanamo. Davanti la Commissione di Giustizia la testimonianza di sei attori direttamente coinvolti nella storia del centro di detenzione, quattro favorevoli alla sua chiusura, due contrari.
    31 dicembre 2021 - Maria Pastore
  • Dichiarazione ONU sul diritto alla pace del 19 dicembre 2016
    Pace
    La lista di come hanno votato tutte le nazioni su quella risoluzione delle Nazioni Unite

    Dichiarazione ONU sul diritto alla pace del 19 dicembre 2016

    L'Assemblea Generale dell'ONU in quella data ha approvato la dichiarazione sul diritto alla pace (Risoluzione A/C.3/71/L.29 "Declaration on the Right to Peace") con 131 favorevoli, 34 contrari e 19 astenuti. Gli USA hanno votato contro da dichiarazione sul diritto alla pace. L'Italia si è astenuta.
    12 dicembre 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)