Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • OPAC: "Cloro usato probabilmente in Siria a febbraio"
    Gli ispettori inviati dall'ONU e che indagano sull'uso di armi chimiche non hanno addossato la responsabilità ad alcuna delle parti in conflitto

    OPAC: "Cloro usato probabilmente in Siria a febbraio"

    Le analisi si riferiscono ad un evento accaduto a febbraio a Saraqueb, città che dista 290 chilometri rispetto a Duma, sito dove è stato sospettato un attacco chimico ad aprile di quest'anno
    17 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • Nuovo attacco militare contro la Siria
    Grave violazione del diritto internazionale

    Nuovo attacco militare contro la Siria

    Protagonista del nuovo attacco è Israele che ha lanciato missili contro postazioni militari iraniane in Siria. In questo clima incandescente il movimento per la pace deve far risentire la propria voce prima che questo vulcano esploda provocando una ulteriore escalation per fini geopolitici che nulla hanno a che fare con la tutela della pace e dei diritti umani.
    10 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • PsyOps
    I retroscena della guerra

    PsyOps

    Si chiamano Psychological Operations (PsyOps) e servono a manipolare l'opinione pubblica. I principali obiettivi delle PsyOPs oggi sono (paradossalmente) proprio i pacifisti. Come reagire? Diventanto esperti di fact checking, entrando nel vivo delle informazioni militari per verificarle con sistematicità, con metodo e con una buona dose di dubbio.
    10 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • Siria, hanno bombardato senza prove
    Gli ispettori dell'ONU hanno fatto le analisi

    Siria, hanno bombardato senza prove

    Un mese fa, l'8 aprile 2018, i mass media trasmettevano immagini di un presunto attacco chimico in Siria. Il 12 aprile il presidente francese diceva di avere le prove. Dopo un mese nessuna prova è emersa. Gli ispettori UNU sono tornati a casa.
    8 maggio 2018 - Alessandro Marescotti

Tra mamme, un ponte di solidarietà che va lontano

"La Nostra Associazione ha pensato di fare qualcosa di più grande, per cercare di arrivare lontane. Da mamme, da donne, da esseri umani non potevamo più stare ferme a guardare senza fare niente, e dall’unione della nostra impotenza e profonda sofferenza è nato il nostro progetto TMT for Siria“.
27 maggio 2018 - Roberto Del Bianco

Il logo dell'Associazione

La solidarietà parte anche (e forse soprattutto) dal basso, dal piccolo. In questa storia, da un'associazione "locale" di genitori che ha allargato lo sguardo e ha portato lontano. Fino alla terra di Siria, sempre più teatro di orrori e di sofferenze, quasi mai recepite dalle notizie mainstream ma amplificate agli occhi di chi, dal quotidiano delle proprie esperienze di aiuto reciproco, resta umano tra gli umani.

"La Nostra Associazione ha pensato di fare qualcosa di più grande, per cercare di arrivare lontane. Da mamme, da donne, da esseri umani non potevamo più stare ferme a guardare senza fare niente, e dall’unione della nostra impotenza e profonda sofferenza è nato il nostro progetto TMT for Siria“.

Tra Mamme Toscana (vedi riquadro), inizialmente un gruppo creato su Facebook, poi cresciuto via via e raccolto in Associazione. Iniziative di solidarietà concreta, anche gesti di aiuto reciproco come ad esempio lo scambio di vestiti e oggetti per i propri bimbi o l'organizzazione di mercatini e opere benefiche.

"È un progetto complesso e impegnativo per le nostre risorse, ma ci crediamo fortemente, soprattutto per poter fare qualcosa di concreto. Abbiamo quindi cercato dei contatti e raccolto informazioni, fino a risalire, grazie a persone che attualmente collaborano attivamente a questo progetto, all’associazione Al-Tamayoz. “Al Tamayoz” è una parola araba che in inglese significa “che si distingue” o “eccellenza”, abbiamo deciso per questa parola per riflettere il livello di servizi che forniamo alla popolazione più vulnerabile e il modo di sostenere gli orfani e le loro famiglie"


Al Tamayoz è una delle maggiori associazioni attive locali a Damasco e nelle zone rurali di Damasco, fondato nel 1959 e considerato attivo e esperto nel campo del lavoro umanitario. È situato nella zona di Al Midan nel sud di Damasco, dove esiste una forte densità di sfollati (si stima che oltre il 50% degli sfollati di Damasco si trovano nella parte meridionale di Damasco, dove gli affitti e altri prezzi sono accettabili).

"Fonti ufficiali ci hanno riportato che hanno bisogno di tutto, ma che le risorse stanno giungendo al termine. Purtroppo non è possibile organizzare spedizioni di materiale, ma è possibile raccogliere fondi: anche piccole cifre possono fare molto.
Ed è proprio da qui che è nata la nostra idea. Da qui ha preso vita la nostra speranza di poter essere utili in qualche modo senza restare solamente a guardare."


Diverse iniziative

Shop for Syria

Diverse iniziative in questo progetto #ShopForSiria: intanto una raccolta di oggetti nuovi che chiunque può donare e che vengono poi periodicamente venduti online; e poi nel mese di giugno nel Valdarno vi sarà una giornata di chiusura del progetto ricca di eventi ed iniziative: sarà organizzata una mostra fotografica dedicata alla Siria, un mercatino con monili originali del territorio Siriano, intrattenimento per bambini, musica dal vivo e molto altro ancora, tra cui ospiti che parleranno della loro terra. Tra di loro, Sara El Debush: giovane donna siriana che ha fatto della sua vita una passione, e con coraggio ha deciso di raccontarsi davanti alle telecamere, anche italiane, e che, tutt’oggi, presenzia nelle scuole per sensibilizzare i giovani.

 

La giornata di chiusura

E' fissata per il 17 giugno prossimo la giornata finale, associando, come sopra descritto, l'iniziativa del mercatino con spazi culturali e di gioco per i bambini; l'appuntamento è dalle 16:30 presso l'area giochi della chiesa di Penna, frazione di Terranuova Bracciolini in provincia di Arezzo. Sarà poi allestita una cena a buffet che prevede cibo toscano e arabo.

 

Per informazioni e prenotazioni: tramammetoscana2015@gmail.com e 392 6207629 via WhatsApp.

 

Tra Mamme Toscana

L’Associazione Tra Mamme Toscana nasce a marzo 2017, dalla volontà di 10 mamme, amministratrici e moderatrici dell’omonimo gruppo Facebook “Tra Mamme-Toscana”.

Il gruppo è nato dall’idea di Debora Buzzichelli di riunire, in una comunità virtuale, il maggior numero di donne, con un unico fondamentale aspetto che le unisse: essere mamme.

Il gruppo si è fin da subito posto lo scopo di aiutare le famiglie più bisognose, con scambio di vestiti e oggetti per la prima infanzia che potevano essere utili.

Come gruppo prima, e come Associazione poi, sono state portate avanti diverse iniziative a scopo benefico: Nell’estate 2016 sono stati organizzati in tutto il Valdarno i mercatini “Tra Mamme per il Meyer”. Tra agosto 2016 e marzo 2017, tramite la vendita dei portachiavi “Mammoline”, sono stati raccolti fondi per la “Tutti per Diego Onlus”.

A maggio 2017 la prima iniziativa a nome dell’Associazione, la lotteria in memoria del piccolo angelo Kevin, per la cui realizzazione molte mamme hanno contribuito per raccogliere gli oltre 40 premi in palio. Il ricavato della lotteria, come da volontà della famiglia, è stato devoluto alla Fondazione Di Bella.

L’Associazione ha come scopo primario offrire il proprio supporto per cause benefiche.

Nuovi progetti sono in fase embrionale, e ci auguriamo che con il sostegno della comunità, si riescano a raggiungere gli obiettivi preposti.

Note:

Per approfondire:

  • Il nostro nuovo progetto: TMT for Siria
  • Continua il mercatino di beneficenza #ShopForSiria
  • Il sito dell'Associazione

  • PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)