PeaceLink

Lista News

Archivio pubblico

Guerra in Ucraina, il percorso per costituire un comitato per la pace a Lecce

Lecce per la pace

Peacelink fa da raccordo telematico riportando puntualmente online le date dei presídi nelle città e diffondendo le testimonianze e gli interventi sulla stampa. Molto positiva la partecipazione a Lecce. Ne è testimonianza il lungo elenco di associazioni che si sono attivate per la pace.
2 marzo 2022
Redazione PeaceLink

Pratichiamo la Pace a Lecce unendoci contro la guerra.
Il nemico comune è la Guerra.
Dichiarata come sempre dai potenti ma pagata dai poveri e dagli ultimi.

A Lecce il 26 febbraio scorso si è tenuta un presidio per la pace in piazza sant'Oronzo promosso da PeaceLink in collaborazione con le varie realtà della società civile. Abbiamo portato la bandiera della pace e fatto sentire la nostra voce. La partecipazione è stata molto positiva. Vogliamo ringraziare tutte le associazioni che hanno dato vita al presidio. Esse sono: Lecce per la pace, la locandina del presidio del 26 febbraio 2022 a Lecce, piazza sant'Oronzo

Acqua Bene Comune Beni Comuni Provincia di Lecce
Amnesty Lecce
ANPI Lecce
Arci Lecce.
Arci Lecce solidarietà
Astràgali Teatro - Lecce
Casa del Popolo "Silvia Picci" Lecce,
Casa delle Agriculture Tullia e Gino Odv
LFD Casa Delle Donne Lecce
Comune di Martano - LE
CGIL Lecce
CISL Lecce
Civica Lecce
Conferenza Donne Democratiche Lecce
Coop. Soc. Commercio Equo e Solidale Lecce
CREIS Centro Ricerca Europea per l’Innovazione Sos,
Dalla Parte dei più deboli,
Gruppo Umana Solidarietà "Guido Puletti"
Human First Lecce
Laici Comboniani Lecce
Lecce Città Pubblica
Link Lecce Coordinamento Universitario
Migr Azioni APS
Mo.Bici Lecce
Movimento Europeo Italia Puglia
OpenArtLab - LE
Partito della rifondazione comunista. Federazione di Lecce
Partito democratico circolo di Gallipoli
Potere al Popolo Lecce
Prossima Lecce
PeaceLink.
Salento Book Festival - Lecce
Sinistra Italiana Lecce
Spazio sociale zei - Lecce
Terra del fuoco - Mediterranea Lecce
Treno della Memoria Lecce
Udu Lecce - Unione degli Universitari
UIL Lecce
Uovo Perfetto Lecce
WeLab Lecce Lecce per la pace, presidio in piazza contro la guerra in Ucraina (26.2.2022)

L'appello nazionale Campagna Ucraina di Peacelink è qui www.peacelink.it/campagnaucraina

Ad oggi 272 realtà associative e 2093 persone hanno aderito alla campagna pacifista e stanno facendo rete contro la guerra. Peacelink fa da raccordo telematico riportando puntualmente online le date dei presídi nelle città e diffondendo le testimonianze e gli interventi sulla stampa.

Maggiori informazioni su
www.peacelink.it/ucraina

Per prendere contatti con PeaceLink a Lecce clicca qui (profilo Facebook di Adriana De Mitri)

Articoli correlati

  • Appello di IPPNW sugli attacchi alla centrale di Zaporizhzhia
    Conflitti
    "Condurre una guerra in un paese con reattori nucleari operativi non è mai accaduto e rompe un tabù"

    Appello di IPPNW sugli attacchi alla centrale di Zaporizhzhia

    L'appello dai medici di IPPNW ai governi rappresentati alla Conferenza di Revisione del TNP, affinché venga fatto ogni sforzo per evitare attacchi militari alle centrali nucleari. E' la risposta urgente e decisa alla situazione critica presso la centrale ucraina di Zaporizhzhia.
    13 agosto 2022 - Roberto Del Bianco
  • Se il mondo va in guerra
    Cultura
    Poesia

    Se il mondo va in guerra

    Se il mondo va in guerra / voglio solo dirti che ti amo, / che l'amore non basta / in questa terra di fiori e di roghi,/ che dovrebbe esserci / la tua bellezza in ogni angolo
    26 febbraio 2022 - Dale Zaccaria
  • L'ipocrisia di chi non vuole una soluzione ma il predominio militare
    Pace
    La classe dominante occidentale ci sta portando verso la terza guerra mondiale

    L'ipocrisia di chi non vuole una soluzione ma il predominio militare

    Sarei felice di unirmi al coro delle condanne alla Russia se, ogni volta che condanniamo il fatto — del tutto condannabile — che Mosca bombarda l'Ucraina, si aggiungesse anche: “E noi ci impegniamo a non fare mai più nulla di simile in futuro".
    3 luglio 2022 - Carlo Rovelli
  • Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore
    Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)