Sociale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Morti distratte

    Morti distratte

    Muore un militare, e ne parlano tutti... e i morti sul lavoro (civili)?
    Idem per le emergenze sanitarie: tante "psicoepidemie", ma siamo sicuri che il batterio killer sia la malattia di cui dobbiamo preoccuparci?
    2 luglio 2011 - Beniamino Trucco
  • Mineo, profughi Spa
    Il business dell'accoglienza

    Mineo, profughi Spa

    Per l’accoglienza, la Croce Rossa incasserà tre milioni di euro al mese. La proprietaria dell’area 360mila. Più di 20 milioni solo per il 2011. Senza contare gli stipendi. Tutto a carico del contribuente.
    6 aprile 2011 - Antonio Mazzeo
  • Strage al petrolchimico SARAS: era già sotto inchiesta
    Morti sul lavoro

    Strage al petrolchimico SARAS: era già sotto inchiesta

    Tre vittime a Sarroch (CA), la denuncia in un video
    1 giugno 2009 - Costantino Cossu - CAGLIARI
  • Thyssen Krupp, oltre a una perizia
    L'insostenibile pesantezza di certe consulenze

    Thyssen Krupp, oltre a una perizia

    13 maggio 2009 - Nadia Redoglia
E adesso ammazzateci tutti...

Il silenzio dei menefreghisti e degli innocenti

12 giugno 2008 - Nadia Redoglia

Il silenzio dei menefreghisti e degli innocenti

L'11 giugno '95 ricorda 7 su 13 referendum, ammessi dalla Corte Costituzionale, proposti dal Movimento Pannella-Riformatori. Tra questi ce ne fu uno che ebbe notevole successo: l'abolizione del monopolio confederale sindacale, liberalizzando così le rappresentanze. L'11 giugno di 13 anni dopo verrà ricordato -ci speriamo- per la morte di 9 (nove!) lavoratori, sei tutti insieme, gli altri a distanza di poco tempo l'uno dall'altro. Già l'informazione aveva ripreso a relegare quelli 'di quotidiana routine' nelle ultime pagine, già le istituzioni, passate e presenti, governate da peccatori di 'quotidiano menefreghismo', avevano privilegiato i desideri di Confindustria piuttosto della sicurezza sul lavoro e lasciato volutamente scadere i termini di convalida per le pensioni da lavori usuranti. Quando gli operai sono costretti a morire i rappresentanti delle istituzioni definiscono le loro morti ingiuste, dimentichi che sono proprio loro, le istituzioni, a dover far rigare diritto la giustizia. Ma dove sono, in cosa si stanno impegnando, di che si preoccupano quelle rappresentanze sindacali che proprio l'11 giugno 'festeggiano', beffarda ironia, il 13° compleanno della loro liberalizzazione e che, sinergicamente a quelle già confederate, dovevano/dovrebbero proteggere i lavoratori? Ma a che categoria di individui a nostro favore -e sfavore- stiamo affidando le nostre vite? Abbiamo bisogno di donne e uomini di buona volontà, delle categorie non possiamo più fidarci: ce lo confermano queste morti quotidiane.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)