Morti bianche, libro denuncia di Samanta di Persio

MORTI BIANCHE - diario dal mondo del lavoro
MORTI BIANCHE - diario dal mondo del lavoro
"Una sorta di testamento senza beneficiari, anzi con familiari che restano troppe volte senza assistenza e in completa solitudine.
Una volta si lavorava per vivere, ora per cercare di salvare la pelle".

224 pagine
Un diario dal mondo del lavoro: infortuni mortali o invalidanti e malattie professionali. Un’analisi che va oltre la dinamica degli incidenti, ma si sofferma sul lato umano. Un uomo o una donna che lavorano non sono solo numeri per statistiche, ma sono persone in carne ed ossa con sogni, speranze, affetti. Famiglie coinvolte in drammi, la perdita di una persona cara è incolmabile. Passano gli anni, ma i ricordi si fermano all’ultimo saluto prima di andare a lavoro e poi la tragica notizia. Oltre al dolore devono aggiungere un aspetto non calcolato: l’ingiustizia. I casi sono due o il processo si conclude con pene irrisorie oppure, cosa ancora più grave, con prescrizione. Insomma, la vita di un lavoratore non vale nulla. Nella prefazione firmata dal comico Beppe Grillo, leggiamo: “Quanto costa mettere in sicurezza un impianto, la formazione per i propri dipendenti, le attrezzature per la loro incolumità? Molto di più, dell’eventuale risarcimento per la morte di una persona. Le aziende lo sanno, lo mettono in conto. Può succedere. In quel caso, sfortunato, si paga il minimo necessario. Gli studi legali della società contro l’avvocato della vedova o della madre.” Mentre dall’altra parte le famiglie fanno tanti sacrifici per potersi permettere un avvocato. Notizia di questi giorni, Trenitalia di fronte alla denuncia per anomalia degli Eurostar da parte di Dante De Angelis, Rls (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza) cosa fa? Invece di rispondere con delle spiegazioni, licenzia il macchinista. Il messaggio è molto chiaro, il rompiscatole a casa ed i treni insicuri sulle rotaie. Tutto si ridurrà alla fatalità, ed intanto perdiamo padri, madri, figli, figlie, parenti ed amici.

Note: La prefazione di Beppe Grillo
www.beppegrillo.it/2008/07/morti_bianche

Per acquistare il libro
http://grillorama.beppegrillo.it/mortibianche

Alcune testimonianze tratte dal libro
www.beppegrillo.it/2008/08/morti_bianche_s
www.beppegrillo.it/2008/07/morti_bianche_e
www.beppegrillo.it/2008/08/morti_bianche_v
www.beppegrillo.it/2008/08/morti_bianche_l
www.beppegrillo.it/2008/07/ferrovie_killer
www.beppegrillo.it/2008/08/morti_bianche_silos_della_morte

La presentazione di Antonella Serafini
www.censurati.it/blog/index.php/2008/07/23/non-per-grillo-ma-per-samanta/

Articoli correlati

  • Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura
    Ecologia
    A pochi giorni dall'uccisione di Agitu emerge un'altra storia di una donna dedita alla pastorizia

    Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura

    Una storia che fa il paio con quella di Agitu e anche in Puglia si tratta di una donna. La mia generazione è cresciuta convinta che la terra non fosse un lavoro adatto alle donne anche se già allora c'erano delle eccezioni ed ora le ragazze del ventunesimo secolo sono in prima linea.
    19 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
  • Liuba, le altre e i figli da buttare via
    Sociale
    Donne che non hanno paura

    Liuba, le altre e i figli da buttare via

    A volte la discriminazione è più sottile, e non è meno grave. Ma ascoltare quello che Liuba è costretta a subire, con altre donne dipendenti della multinazionale dell'abbigliamento Yoox, fa accaponare la pelle
    10 dicembre 2020 - Lidia Giannotti
  • Bye Amazon
    Economia
    Un modo insolito per festeggiare i diritti dei lavoratori

    Bye Amazon

    Vale la pena abbandonare un posto di lavoro pagato un milione di dollari? In certe occasioni, pare proprio di sì!
    7 maggio 2020 - Tim Bray
  • Il Primo Maggio e le nuove frontiere del lavoro
    Editoriale
    Nuove forme lavorative e nuovi modelli possono essere applicati

    Il Primo Maggio e le nuove frontiere del lavoro

    Una sfida che si presenta all’umanità è la riconversione ecologica dei modelli di sviluppo e lavorativi e del sistema di sostenibilità globale per uno sviluppo umano che tenga in considerazione fondamentalmente il bene comune
    29 aprile 2020 - Laura Tussi e Fabrizio Cracolici
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)