Carbonia Landscape Machine

CARBONIA - Premio Paesaggio del Consiglio d’Europa: come investire nella salvaguardia del territorio.

Un’opportunità unica per la promozione e la diffusione di una rinnovata attenzione per la cultura del paesaggio, patrimonio determinante per il futuro sviluppo.
14 maggio 2012
Nino Dejosso
Fonte: Provincia di Carbonia-Iglesias

 

Ad un anno dall’assegnazione del Premio Paesaggio del Consiglio d’Europa alla Città di Carbonia, quale migliore esempio di buone pratiche per la salvaguardia, gestione e pianificazione dei paesaggi, il Comune organizza, per i prossimi 4-5 giugno 2012, una serie di incontri e workshop volti alla diffusione e alla sensibilizzazione del concetto di paesaggio.
Il conferimento di questo prestigiosissimo premio è frutto del progetto “Carbonia Landscape Machine”, valutato in termini eccellenti da una Commissione composta da dirigenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, attraverso il Servizio Architettura e Arte Contemporanee della Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee - PaBAAC, tra i 95 progetti pervenuti per la selezione nazionale, tra la rosa dei 14 Stati membri partecipanti.
Il Progetto, realizzato a Carbonia, è infatti risultato pienamente coerente con i criteri individuati dal regolamento del Premio e si è distinto per aver realizzato una politica di sviluppo sostenibile, capace di integrare i diversi aspetti delle politiche culturali, sociali e ambientali.
“L’eccezionale risultato raggiunto, che ha ricevuto i complimenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali  – afferma Marinella Grosso, assessore al Turismo e alla Cultura della Provincia di Carbonia Iglesias –, oltre che motivo di grande soddisfazione e orgoglio per tutto il nostro territorio, rappresenta un fortissimo incentivo a proseguire con gli interventi finalizzati a garantire la qualità del paesaggio e il recupero della memoria storica del Sulcis Iglesiente”.
Attraverso l’assegnazione del Premio, l’Europa riconosce il merito dell’azione compiuta, negli ultimi anni, attraverso azioni coordinate di salvaguardia, gestione e pianificazione, realizzando interventi a favore della conservazione, della riqualificazione e del rilancio dei tratti identificativi della storia e della cultura cittadina. L’insieme degli interventi hanno permesso di restituire ai cittadini i luoghi simbolo della storia locale, consentendo di rivivere spazi per anni in disuso, in una prospettiva di nuovo sviluppo economico, sociale e culturale.
“Il premio paesaggio non è soltanto l’occasione per costruire un possibile scenario delle politiche territoriali messe in atto dalle Amministrazioni italiane negli ultimi anni – sottolinea l’assessore Marinella Grosso –, ma anche un’opportunità unica per la promozione e la diffusione di una rinnovata attenzione per la cultura del paesaggio, quale ambiente della vita dell’uomo, patrimonio determinante per il futuro sviluppo, anche economico, del nostro Paese  del territorio del Sulcis Iglesiente”.

Articoli correlati

  • Le mie tigri sono carbone e acciaio
    Ecologia
    Global Tiger Recovery Program (Piano di Recupero Globale della Tigre)

    Le mie tigri sono carbone e acciaio

    Tredici paesi casa della tigre selvatica, organizzazioni internazionali e società civile si sono riuniti in una piattaforma collaborativa per raddoppiare il numero di tigri selvatiche e crescere assieme in maniera sostenibile.
    16 febbraio 2020 - Luca Schepisi
  • Obiettivo 2030 e Associazione PeaceLink
    Pace
    Agenda ONU 2030

    Obiettivo 2030 e Associazione PeaceLink

    Obiettivo 2030 nasce allo scopo di diffondere il più possibile la conoscenza dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu
    29 maggio 2018 - Laura Tussi
  • "Che futuro lasciamo ai bambini?"
    Ecodidattica
    Ecodidattica

    "Che futuro lasciamo ai bambini?"

    Oggi per fare comprendere il concetto di "sviluppo sostenibile" ho lanciato ai miei studenti questa domanda. Ecco le loro risposte...
    11 aprile 2018 - Alessandro Marescotti
  • Nasce la “Carta sull’Educazione Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile”
    Ecodidattica
    Accordo fra MIUR e Minambiente

    Nasce la “Carta sull’Educazione Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile”

    La rete Ecodidattica si collega alle iniziative nazionali in corso, fra queste gli Stati Generali dell'Ambiente che si sono riuniti a Roma il 22 e 23 novembre 2016. E' la seconda conferenza nazionale sull'educazione ambientale (la prima si era svolta a Genova sedici anni fa).
    Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.34 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)