Webinar di formazione per Kurdistan Save the Children e Chatr Center

Offerto dal Centro Internazionale Loris Malaguzzi un corso online in diretta per le associazioni di solidarietà ai bambini curdi
2 luglio 2021
Gulala Salih (Cittadina curda con cittadinanza irachena-italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e i bambini)

Logo di Kurdistan Save the Children "Senza valigia e senza mezzi di trasporto" le nostre educatrici hanno "viaggiato" in Italia - a Reggio Emilia - al Centro Malaguzzi, conosciuto internazionalmente per il metodo d'eccellenza di educazione, crescita e metodo pedagogico. Hanno viaggiato insieme a centinaia di loro colleghi in tutto il mondo - Europa, America e Asia - in diretta webinar. I miei complimenti per le organizzatrici e relatrici che hanno tenuto il meeting in modo molto chiaro ed efficace!

Logo associazione Chatr Center Le nostre educatrici quattro anni fa e dopo un lungo lavoro e impegno, sono state però bloccate dalla guerra dell’ISIS e poi dall’emergenza Covid che hanno impedito finora la loro partecipazione diretta alla formazione a Reggio. Ma finalmente e per la prima volta hanno avuto la possibilità di partecipare alla formazione ed approccio Malaguzzi, un metodo senza dubbio che inciderà profondamente nello sviluppo e la crescita dei nostri bambini e nel loro approccio al mondo.

Siamo arrivate alla realizzazione di una cooperazione e la partecipazione dei nostri educatori a questa preziosa formazione solo grazie al lavoro di collaborazione di una squadra, con sensibilità e fiducia nei principi e nelle relazioni umane, grazie all’amica Fiorella Ferrarini e a tutte le persone che ho conosciuto e contattato dal centro Malaguzzi: Emanuela e Vercalli, Sara Annigoni e tutto il loro staff. Grazie per la loro incredibile disponibilità e generosità per aver riservato sei posti alle nostre educatrici dell’associazione Kurdistan Save the Children e Chatr nella città di Suleymania e Kirkuk, con lo scopo di aggiornare e diffondere il metodo di Malaguzzi nelle scuole e nella fase della crescita ed educazione dei bambini curdi.

Questa possibilità offerta dal centro Malaguzzi, è un esempio concreto, leale, sincero e senza lucro di una vera collaborazione ed aiuto verso il prossimo. Questa cooperazione e questo gesto di solidarietà della fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi e i suoi operatori verso le educatrici curde, hanno dimostrato e detto molto di più di quanto si potesse dire e pronunciare. Purtroppo spesso in qualsiasi situazione anche tragica, si fanno tante chiacchere e si usano tante belle parole... ma di concreto nulla.

Note: Associazione Kurdistan Save the Children: http://www.ksc-kcf.org/
Chatr Center: https://www.facebook.com/chatrcenter/
Centro internazionale Loris Malaguzzi: https://www.reggiochildren.it/centro-internazionale-loris-malaguzzi

Articoli correlati

  • "Ma cosa c'entri col 25 aprile?"
    Pace
    Da una donna, italiana "con il cuore". Una riflessione.

    "Ma cosa c'entri col 25 aprile?"

    Se non ci fosse stato il 25 aprile, io non sarei qui ora, non avrei potuto avere l’accoglienza che mi è stata data e godere di questa libertà e democrazia di cui beneficiamo tutti, anche tu che mi poni tale domanda!
    24 aprile 2021 - Gulala Salih
  • Un viaggio di pace
    Pace
    Nel Kurdistan iracheno il momento finale del viaggio di Papa Francesco

    Un viaggio di pace

    I Curdi e il Kurdistan, grazie alla loro accoglienza al Papa, hanno confermato, come sempre, di essere un popolo di pace e terra di accoglienza, fratellanza e convivenza tra culture, religioni ed etnie diverse, se questa terra viene lasciata e tenuta lontana dagli interessi politici ed economici.
    7 marzo 2021 - Gulala Salih
  • Che cosa era la guerra?
    Pace
    A ogni incontro, Gulala riporta una frase esplicativa nella sua semplicità, della poetessa americana Eve Merriam: “Io sogno di dare alla luce un bambino che chieda: Mamma, che cosa era la guerra?”

    Che cosa era la guerra?

    Brevi note dopo la cena-incontro solidale che da Campi Bisenzio ha dato voce a chi dall'Italia lavora per Kurdistan Save the Children. Un progetto che prosegue, un ponte reciproco con la regione tormentata del Nord Iraq.
    6 marzo 2017 - Andrea Misuri
  • Ministro degli Esteri turco: Il PKK vuole rendere i Curdi atei
    Conflitti
    Turchia, Curdi, Kurdistan, Islam, PKK

    Ministro degli Esteri turco: Il PKK vuole rendere i Curdi atei

    Traduzione dell'articolo di www.kurdistan24.net sulle ultime dichiarazioni del Ministro degli Esteri turco a proposito del conflitto in corso in Kurdistan.
    14 settembre 2016 - Antonio Caso
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)