Paladini della pace

Victor Hugo, lo scrittore visionario

Grande scrittore francese e intellettuale impegnato, Victor Hugo presiede il Congresso Internazionale della Pace che si tiene a Parigi nel 1849 e fa appello a una “fraternità europea”. Frase celebre: “Verrà un giorno in cui le pallottole e le bombe saranno sostituite dai voti”.
Redazione PeaceLink
Fonte: "Pace. 40 paladini della pace"

Victor Hugo Chi è

Grande scrittore francese e intellettuale impegnato, Victor Hugo presiede il Congresso Internazionale della Pace che si tiene a Parigi nel 1849, durante la Seconda Repubblica. Per la prima volta, esplicita il principio degli Stati Uniti d’Europa e fa appello a una “fraternità europea” che riunisca tutti i Paesi: Francia, Inghilterra, Germania, Russia... Solo così, secondo lui, la guerra lascerà posto al commercio e allo scambio di idee. Per queste sue idee è considerato il padre spirituale dell’Unione Europea.

Per cosa ha lottato

Oltre alla guerra Hugo denuncia la miseria, l’oppressione delle donne, lo sfruttamento minorile, i lavori forzati e la pena di morte. Sono questi i temi principali del suo celebre romanzo “I miserabili”. Grande amico di Victor Schoelcher, condanna anche lui la schiavitù.

Frase celebre

“Verrà un giorno in cui le pallottole e le bombe saranno sostituite dai voti”.

(Victor Hugo al Congresso del 1849)

Chiudi
«Verrà un giorno in cui anche a voi cadranno le armi di mano! Verrà un giorno in cui la guerra vi parrà altrettanto assurda e impossibile tra Parigi e Londra, tra Pietroburgo e Berlino, tra Vienna e Torino quanto sarebbe impossibile e vi sembrerebbe assurda oggi tra Rouen e Amiens, tra Boston e Filadelfia... Verrà un giorno in cui si vedranno questi due immensi gruppi, gli Stati Uniti d'America, gli Stati Uniti d'Europa posti in faccia l'uno dell'altro, tendersi la mano al di sopra dei mari...»
(Victor Hugo, Discorso tenuto al congresso della pace di Parigi, 21 agosto 1849)

Ideali

Nel Discorso sugli Stati Uniti d’Europa al Congresso della Pace del 1849 Hugò esprime i suoi ideali di pace.

Lo scrittore visionario

Nel 1849 Hugo prepara il suo celebre discorso “Distruggere la miseria”.

Europa

“Basta frontiere! Il Reno a tutti!”, esclama il deputato Hugo nel 1871. Victor Hugo

Per la pace

A 67 anni presiede il congresso per la pace del 1869 a Losanna.

Note: Le informazioni di questa scheda sono tratte principalmente dal libro (che consigliamo vivamente per un uso didattico a scuola):

"Pace. 40 paladini della pace"

https://www.libreriauniversitaria.it/pace-40-paladini-pace-ediz/libro/9788847735392

Articoli correlati

  • L’antimilitarismo tra i secoli
    Pace
    Motivo centrale delle proteste antimilitariste è l'uso repressivo dei militari durante gli scioperi

    L’antimilitarismo tra i secoli

    I temi dell'antimilitarismo: le spese militari, l’autoritarismo nelle caserme, l’impiego delle truppe per reprimere le manifestazioni popolari. Le spese militari nel 1906 erano in continuo incremento e la prima deliberazione specifica contro di esse risale al congresso convocato a Milano nel 1891
    4 ottobre 2021 - Laura Tussi
  • L'evoluzione del pacifismo
    Storia della Pace
    I movimenti pacifisti dall'Ottocento al Novecento.

    L'evoluzione del pacifismo

    I movimenti pacifisti sono diventati lievito di speranza e la loro attività si è intrecciata con altri movimenti: per i diritti civili, per l’emancipazione della donna, per i diritti umani, per l’autodeterminazione dei popoli e per la difesa dell’ambiente.
    14 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Pacifisti e testimoni di pace
    Storia della Pace
    Una selezione delle figure più importanti

    Pacifisti e testimoni di pace

    Le donne e gli uomini che si sono battuti contro le guerre e che hanno promosso la cultura della pace in Italia e nel mondo. Un elenco ordinato dalla A alla Z che comprende anche chi è stato perseguitato per le proprie idee nonviolente e per essere stati obiettori di coscienza.
    26 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pablo Picasso, l’artista che ripudiava la guerra
    Storia della Pace
    I paladini della pace

    Pablo Picasso, l’artista che ripudiava la guerra

    Dipinse Guernica, dopo il bombardamento nazista del 1937. Quel quadro rappresentava in maniera plastica e simbolica l’orrore devastante della guerra. Mise la sua fama al servizio della pace e del disarmo. Celebri divennero le sue colombe della pace.
    11 luglio 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)