Storia della Pace

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Archivio biografico

    Donne e uomini per la pace

    A questa pagina web è allegato un file con alcune schede biografiche contenenti consigli per la lettura e indicazioni di approfondimento
    14 agosto 2004 - Peppe Sini
  • Albert Einstein: "Cosa penso della guerra"

    Albert Einstein: "Cosa penso della guerra"

    "Disprezzo profondamente chi è felice di marciare in ranghi e nelle formazioni al seguito di una musica; costui ha ricevuto solo per errore il cervello: un midollo spinale gli sarebbe più che sufficiente".
    PeaceLink
  • Il dovere di fare storia
    Era il 26 febbraio del 1550 quando Antonio de Valdivieso fu pugnalato a morte per aver segnalato le violenze contro gli indigeni. Ma su di lui cosa si trova in rete?

    Il dovere di fare storia

    C'è pochissimo in rete su Antonio de Valdivieso, vescovo che nel 1550 subì in Nicaragua il martirio per aver difeso gli indios, raccogliendo l'insegnamento di Bartolomeo de Las Casas. Oggi lo vogliamo ricordare con questo editoriale
    26 febbraio 2018 - Alessandro Marescotti
  • Una verità dimenticata dalla storia

    Cento anni fa i soldati delle opposte trincee fraternizzarono

    Nella terra di nessuno i soldati si incontrarono e si aiutarono a vicenda. Era il Natale del 1914 e la guerra insanguinava l'Europa
    25 dicembre 2014 - Alessandro Marescotti

Un libro sulla "storia della pace"

Moro Renato
Storia della pace. Idee, movimenti, battaglie, istituzioni
180 p., € 11,50
Contemporanea
Il Mulino, ISBN: 88-15-09695-7
(data di pubblicazione prevista: Giugno 2004)
14 giugno 2004 - Redazione

Il problema della pace si è posto, in epoca moderna, in modo del tutto nuovo rispetto al passato. Non solo assenza di guerra, ma esigenza di organizzare una pace, come sosteneva Kant, "perpetua". Nelle società di massa e nell'era del conflitto tra le grandi potenze industriali, quest'esigenza ha dato vita a movimenti politici che hanno sfidato le élites e gli stati su un terreno considerato fino ad allora prerogativa dei capi di governo. Il Novecento, secolo delle guerre totali, delle religioni politiche e dell'atomica ha visto nascere un conflitto tra le due ideologie contrapposte della guerra e della pace. Questo studio tenta un'analisi del pacifismo, della non violenza, delle operazioni di peace-keeping e dei loro dilemmi.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)