Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

«Una protesta pacifica ma decisa»

Un'iniziativa che ha avuto il raro pregio di coinvolgere la quasi totalità delle associazioni, degli enti e dei gruppi e dei cittadini che da anni si battono per migliorare le condizioni di vita a Taranto
29 marzo 2008
Comitato per Taranto

Logo del Comitato per Taranto Il Comitato per Taranto ha aderito al Corteo organizzato oggi 29 marzo 2008 dall'associazione Bambini contro l'inquinamento.

Al di là delle polemiche sulla partecipazione o meno di personaggi politici e cariche istituzionali alla manifestazione, si vuole sottolineare il successo di un'iniziativa che ha avuto il raro pregio di coinvolgere la quasi totalità delle associazioni, degli enti e dei gruppi e dei cittadini che da anni si battono per migliorare le condizioni di vita a Taranto, mettendoli in contatto tra loro per scambiare esperienze e condividere iniziative future.

La protesta pacifica ma decisa ha richiamato, insieme a bambini e ragazzi, anche molte persone che fino ad oggi non avevano idea dei rischi che una scellerata politica di compromessi, complicità e negligenze comportano da decenni sulla salute e sulla sostenibilità di tutta la provincia, sensibilizzandole verso forme di cittadinanza attiva e partecipativa.

Nel corso della manifestazione è stata condotta una campagna di volantinaggio per rendere noti gli effetti di diossina e mercurio sull'uomo e le quantità ad oggi rilevate nella nostra città.

Il Comitato per Taranto, come assemblea permanente di cittadini, conferma la sua apertura a chiunque volesse partecipare, senza vincoli associativi e senza alcuna influenza politica, alla costruzione di un futuro più sano per la nostra città senza inquinamento e malattie.

Tutta la cittadinanza è invitata alla prossima riunione di lunedì 31 marzo alle ore 18, presso l'associazione di volontariato Protezione Civile Nazionale (locali parrocchia Sacro Cuore) in via Fratelli Mellone 47 a Taranto.

Facciamo sentire la nostra voce partecipando o scrivendo a comitatopertaranto@yahoo.it .

Siti web
www.comitatopertaranto.blogspot.com
www.tarantosociale.org

Per il Comitato per Taranto

Luigi Oliva
Antonietta Podda
Lucrezia Maggi
Alessandro Marescotti
Giulio Farella

Articoli correlati

  • I bambini del quartieri tamburi di  Taranto sono sempre più in pericolo
    Taranto Sociale
    Lettera di Altamarea al Presidente Vendola

    I bambini del quartieri tamburi di Taranto sono sempre più in pericolo

    Venga subito a Taranto, faccia chiarezza su quello che sta accadendo. C'è qualcuno che , in questa situazione drammatica, ha pure l'impudenza di festeggiare i "50 anni di acciaio a Taranto", che oltretutto non sono neanche tutti suoi
    10 luglio 2010 - Altamarea
  • «Troppi otto anni per ridurre la diossina»
    Taranto Sociale

    «Troppi otto anni per ridurre la diossina»

    La nuova denuncia del pediatra promotore dell'associazione «Bambini contro l'inquinamento». Merico: «Enti locali e Regione si muovano, negli ultimi mesi emissioni record. Il campionamento va fatto sul ciclo delle 24 ore e senza preavviso»
    29 giugno 2008 - Cesare Bechis
  • «È sacrosanta la ribellione infantile sull’inquinamento»
    Taranto Sociale

    «È sacrosanta la ribellione infantile sull’inquinamento»

    «Le istituzioni devono prestare molta attenzione alle voci dei bambini. Non si può più scherzare, non si può imbrogliare un bambino». Lo ha sottolineato ieri il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, in occasione della consegna del volume «Sognando nuvole bianche» a una delegazione di tarantini. Merico: «Non si può attendere altri sei anni per cominciare a vedere diminuire l’inquinamento».
    17 giugno 2008 - Maria Rosaria Gigante
  • Ieri a “La Vita in diretta” il dramma ambientale di Taranto
    Taranto Sociale

    Ieri a “La Vita in diretta” il dramma ambientale di Taranto

    L’associazione “Bambini contro l’inquinamento” ha illustrato nella popolare trasmissione di RaiUno la propria battaglia contro il degrado ambientale. La trasmissione è andata in onda in diretta dal quartiere Tamburi, dove gli effetti inquinanti sono più visibili e drammatici. L'appello: "La gente non può più aspettare, salviamo la Città".
    17 aprile 2008 - Ilaria Pagliarulo
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)