italsider

13 Articoli
  • "Non hanno ancora pensato alle elementari opere di difesa contro l’inquinamento"
    Taranto e il suo polo industriale nelle parole di Antonio Cederna

    "Non hanno ancora pensato alle elementari opere di difesa contro l’inquinamento"

    Scriveva Cederna su Taranto: "Ecco cosa può produrre il sonno della ragione, cioè il sistematico disprezzo per le norme elementari del vivere associato nel nostro tempo. Una città disastrata, una Manhattan del sottosviluppo e dell’abuso edilizio: tale appare oggi Taranto allo sbalordito visitatore".
  • Le visite guidate all'Ilva per le scuole: iniziativa sconcertante?
    A Taranto l'Ilva continua a cercare di convincere le nuove generazioni che l'azienda è all'avanguardia.

    Le visite guidate all'Ilva per le scuole: iniziativa sconcertante?

    Da molti anni l'Ilva effettua visite guidate gratuite per le scuole nei suoi impianti. L'operazione di assuefazione alla grande industria è riuscita?
    25 febbraio 2014 - Gianpaola Gargiulo
  • La giudice, l'Ilva e l'impossibile scelta
    L'acciaio la fabbrica e i suoi addetti sono uomini - come quelli della Marina Militare, dai "petti più forti del ferro che cinge le nostre navi" - mentre la città stretta fra gli uni e gli altri è donna.

    La giudice, l'Ilva e l'impossibile scelta

    "Tutte le zone sottosviluppate richiedono un vero e proprio salto ".
    La frase simbolo della politica industriale del dopo guerra mostra tutti i suoi limiti nel caso ILVA; ora invece del salto forse si vorrebbe la decrescita?
    6 marzo 2013 - Fulvia Gravame
  • Le contraddizioni dello Sviluppo dell'area industriale

    Le contraddizioni dello Sviluppo dell'area industriale

    Il 9 luglio 1960 viene posta la prima pietra della Rolls Royce di tutte le acciaierie del mondo. Arti Visive al “tempo” dell’Italsider (1960-1974).
  • Taranto dagli ulivi agli altiforni

    Taranto dagli ulivi agli altiforni

    Esce il secondo volume della storia urbana di Nistri. L'enorme corredo fotografico mostra una verità sacrosanta: Taranto era una città molto bella, ed è diventata brutta. Era bella prima che venisse costruito l'Italsider.
    9 gennaio 2009 - Alessandro Leogrande
  • Riva e l'Ilva, parabola di un'economia

    Riva e l'Ilva, parabola di un'economia

    L'imprenditore dell'acciaio tarantino, che fa il suo ingresso anche nella complessa partita di Alitalia, è espressione di un modello capitalistico tipicamente italiano, dove responsabilità e rischio di impresa sono solo parole, perchè tutte le possibili difficoltà gravano sullo Stato e il Sud. Taranto ha oggi, in un momento cruciale della sua storia, la possibilità del cambiamento e della rinascita.
    2 settembre 2008 - Giancarlo Girardi
  • Taranto, una città difficile tra infortuni malattie professionali

    Taranto, una città difficile tra infortuni malattie professionali

    Taranto, una città difficile, una città che ha concentrato insediamenti industriali strategici per l'economia nazionale, una città che conta più di 40.000 addetti nell'industria. Taranto ha una popolazione residenziale tra le più osservate d'Italia dal punto di vista epidemiologico.
    11 maggio 2008 - Dott. Salvatore Piccinni
  • Il 16 maggio presentazione del film "Arrivederci a Taranto"

    Il 16 maggio presentazione del film "Arrivederci a Taranto"

    Venerdì 16 maggio alle 17.30 nel salone di Rappresentanza della Provincia di Taranto, il Circolo Legambiente di Taranto, in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato presenterà il documentario di Roberto Paolini e Paola Podenzani.
    11 maggio 2008 - Roberto Paolini e Paola Podenzani
  • «Arrivederci a Taranto» , lungometraggio sull'inquinamento

    «Arrivederci a Taranto» , lungometraggio sull'inquinamento

    Fotografia di una situazione allarmante, che coinvolge l'Italia intera, e chiunque abbia dentro un seme di coscienza ecologica, civile o semplicemente umana. Un documento più che un documentario, che svela con chiarezza sia allo spettatore ignaro che a quello più consapevole le molte sfaccettature di un’emergenza che supera i confini della nazione per chiamare in causa problemi e questioni che concernono il pianeta intero
    14 aprile 2008
  • «La tutela della salute dei tarantini sia un’unica, grande battaglia»
    L’appello di Ruggieri («Aiutiamo Ippocrate») dopo la fiaccolata di sabato

    «La tutela della salute dei tarantini sia un’unica, grande battaglia»

    «Ed ora mettiamoci insieme, uniamo e capitalizziamo le nostre forze. Facciamo un corpo unico, creiamo un movimento forte e costringiamo i nostri politici a fare quello che devono fare».
    30 ottobre 2007 - Maria Rosaria Clemente
  • Tumori nei bambini, industrie sotto accusa
    In aumento le patologie legate al sistema immunitario. Anziani e minori categorie a rischio

    Tumori nei bambini, industrie sotto accusa

    «E’ stato fatto altrove, un progetto di riconversione può esser fatto anche per Taranto. Se si dicesse alla gente che entro 8-9 anni l’Ilva chiude e al tempo stesso apre dei bandi di investimento per attività alternative, gli investitori non mancherebbero»
    29 ottobre 2007 - Patrizio Mazza
  • Taranto marcia contro il «mostro»: Non vogliamo più quest’aria malata
    L’associazione «Bambini contro l’inquinamento», ieri ha organizzato la marcia di protesta ai «Tamburi», in memoria di 3 giovanissime vittime di un ambiente malato

    Taranto marcia contro il «mostro»: Non vogliamo più quest’aria malata

    Alla manifestazione di ieri hanno aderito anche numerosi esponenti politici. In prima linea, fra gli altri, il sindaco Stefàno e il presidente della Provincia, Gianni Florido. Proprio Florido ha sinora seguito con il presidente della Regione Vendola la firma e l’attuazione dell’atto d’intesa con l’Ilva.
    29 ottobre 2007 - Maria Rosaria Clemente
  • ITALSIDER: Malattie professionali, 34 inquisiti
    Nel mirino della Procura i decessi e le patologie che hanno visto come vittime operai dell’ex Italsider. Sotto accusa i manager e i dirigenti succedutisi nello stabilimento dal 60 al '95

    ITALSIDER: Malattie professionali, 34 inquisiti

    I lavoratori vittime delle malattie sarebbero stati in contatto con quella che la magistratura ha definito “una particolare miscela di elementi dannosi per la salute”
    28 ottobre 2007

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

  • Editoriale
    Quello che Di Maio non vi dice

    Il pasticcio dell'immunità penale ad ArcelorMittal

    Il governo ha dovuto riscrivere lo "scudo penale" perché incalzato da una sentenza di condanna della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. E perché a breve si esprimerà in merito anche la Corte Costituzionale. Di Maio ha dovuto fare di necessità virtù, riscrivendo la norma, senza cancellarla
    25 giugno 2019 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Peccato perché volevamo discutere i dati sanitari e gli eccessi di mortalità vicino agli impianti

    I ministri pentastellati vanno a Taranto ma non incontrano le associazioni

    Vi è una differenza fra il 24 aprile e il 24 giugno 2019. Il 24 aprile furono convocate le associazioni. Oggi no. La Segreteria del Capo di Gabinetto del Ministro dello sviluppo economico ha fatto sapere tramite email a PeaceLink che "non è previsto alcun incontro".
    23 giugno 2019 - Redazione PeaceLink
  • Editoriale
    Taranto, una situazione imbarazzante

    Loro nel Palazzo, noi fuori

    Oggi il ministro Di Maio non ci ha ricevuto. La soluzione adottata dal M5s è stata semplice: tenere i cittadini e le associazioni dei cittadini fuori dalla porta. Per evitare spiacevoli imprevisti.
    24 giugno 2019 - Alessandro Marescotti
  • Sociale
    PeaceLink Common Library

    Integrazione di metodi nella ricerca psico sociale. Il caso dell'Ilva di Taranto tra rappresentazioni e identità

    Tesi di Laurea in Psicologia Sociale, del Lavoro e della Comunicazione
    12 novembre 2013 - Deborah De Iure
  • Consumo Critico
    Migranti, stili di vita, accoglienza

    Accogliere non basta, serve cambiare stile di vita!

    Non basta protestare contro le politiche disumane dei governi contro i migranti. Occorre anche cambiare radicalmente il nostro stile di vita. Perché siamo tutti ingranaggi di un sistema che depreda l'ambiente e obbliga sempre più gente a fuggire.
    22 giugno 2019 - Linda Maggiori
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.23 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)