Voltana

Una testimonianza a scuola

"L'amore, una sfida alla brutalità della guerra"

Luciano Marescotti racconta la sua esperienza di partecipazione alla lotta antifascista e conclude il suo discorso agli studenti così
26 aprile 2010

Note: Luciano Marescotti è nato nel 1921 e ha partecipato alla Resistenza a Voltana (Ravenna) nelle Brigate Garibaldi all'interno delle SAP (Squadre di Azione Patriottica).

"Ho scoperto attraverso l'esperienza della vita che l'amore è un valore rivoluzionario, che supera la lotta fratricida. Nella mia laicità ho imparato questo valore fondamentale, portato avanti da Gesù. No alla violenza, no alle armi, no alla guerra. Non la pensavo così allora, quando lottavo contro il fascismo. Ma oggi so che l'amore è il valore che forse ci salverà, forse. Non è sicuro. Forse".

(Testimonianza del 26 aprile 2010 di fronte agli studenti del Corso serale dell'Istituto Righi di Taranto)

Link al video https://www.youtube.com/watch?v=f0H1V0yWrdo

Articoli correlati

  • Catena umana per la pace da Perugia ad Assisi
    Pace
    Nel rispetto delle distanze di sicurezza

    Catena umana per la pace da Perugia ad Assisi

    Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato un messaggio ai promotori dell'iniziativa auspicando che essa "possa dare a tante persone e a tanti giovani la possibilità di esprimere la volontà di un domani migliore e l’impegno a farsi generatori di pace".
    11 ottobre 2020 - Redazione PeaceLink
  • L'Antifascismo di padre in figlia
    Pace
    Patrizia Mainardi si racconta

    L'Antifascismo di padre in figlia

    "Mobilitarsi significa agire, partecipare, manifestare e rivendicare il rispetto delle fondamentali esigenze della convivenza sociale". Intervista alla Presidente Anpi Salsomaggiore Terme, figlia di Anteo, il Partigiano "Canto".
    6 agosto 2020 - Laura Tussi
  • L'esempio di Duccio Galimberti
    Pace
    Una riflessione

    L'esempio di Duccio Galimberti

    Arrestato dai fascisti, il 28 novembre 1944, seviziato e ridotto in fin di vita, non parla. Viene fucilato il 4 dicembre 1944.
    25 luglio 2020 - Laura Tussi
  • Il Delitto Matteotti: un'analisi sul pericolo per le democrazie
    Pace
    Un martire della libertà di pensiero

    Il Delitto Matteotti: un'analisi sul pericolo per le democrazie

    Fu rapito il 10 giugno 1924, il giorno in cui avrebbe dovuto denunciare in Parlamento la corruzione del governo Mussolini per una vicenda di tangenti per la concessione di estrazione del petrolio alla compagnia americana Sinclair Oil
    9 giugno 2020 - Laura Tussi e Fabrizio Cracolici
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)