incontro

Visita in Colombia di Pax Christi Internationa

22 luglio 2004
ore 10:18

Dal 22 Luglio al 1 Agosto una delegazione di Pax Christi International – Movimento Cattolico Internazionale per la Pace – si recherà in Colombia con lo scopo di dare un seguito concreto al proprio impegno per la pace e i diritti umani nel Paese Sudamericano.
In particolare la delegazione di Pax Christi si propone di:

1. fare un breve esame degli aspetti principali che caratterizzano l’attuale situazione in Colombia e che sono alla base del conflitto in corso;
2. redigere una relazione che faccia luce sui numerosi sforzi in favore della pace che si stanno attualmente compiendo in Colombia sottolineando sia i loro aspetti positivi che le loro eventuali lacune;
3. formulare alcune proposte per eventuali azioni da intraprendere allo scopo di mettere fine al conflitto in corso in Colombia e per dare al Paese una pace duratura.

Il programma della visita è stato preparato dal Movimento Internazionale in stretta collaborazione con i patners locali (Organizzazioni Non governative e Chiesa) con cui Pax Christi International ormai da molti anni intrattiene rapporti di stretta collaborazione.
Proprio a tal fine infatti negli anni scorsi hanno avuto luogo due viaggi preparatori in Colombia (settembre 2002 e aprile 2004) durante i quali sono state visitate diverse regione del Paese e sono stati presi i contatti necessari.
L’invito a Pax Christi International ad effettuare l’attuale viaggio è venuto da mons. Jaime Prieto, Vescovo di Barrancabermeja e Presidente della Pastorale Sociale Nazionale in Colombia. Il viaggio è inoltre sostenuto dal Cardinale Pedro Rubiano Arcivescovo di Bogotà e Presidente della Conferenza Episcopale della Colombia ed è il frutto della collaborazione tra Pax Christi International e la Pastorale Sociale Nazionale (SNPS) Caritas Colombiana.
La delegazione in piccoli gruppi visiterà le regioni del Medellin, del Barrancabermeja, del Cùcuta, del Quibdò, del Florencia e del Popayàn. A Bogotà i delegati incontreranno rappresentanti del Governo, della Chiesa Cattolica e delle Organizzazioni Non Governative

Per ulteriori dettagli sul programma della visita contattare:
Segreteria Nazionale di Pax Christi Italia
info@paxchristi.it
tel. 0552020375

Per maggiori informazioni:
Segreteria Pax Christi
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    'Sì a Tavolo negoziale sotto l'egida Onu chiesto dall'Europa'

    Comitati per la pace Puglia, G7 non acceleri economia di guerra

    E' l'appello lanciato dai Comitati per la pace di Puglia e da associazioni di cui fanno parte Anpi, Arci, Forum Terzo Settore Puglia, Cgil, IoAccolgo Puglia, Legambiente Puglia, Libera, Link, Pax Christi, PeaceLink, Radici future produzioni, Udu, Unione degli studenti Puglia, Un Ponte Per.
    27 maggio 2024 - ANSA
  • Pace

    Genocidio. Cosa dicono gli atti internazionali

    Nel 1948 gli Stati ONU decisero di impedire il ripetersi di azioni di genocidio e di vigilare per prevenirle e punirle
    27 maggio 2024 - Lidia Giannotti
  • Cultura
    Il film del concerto del 2023 trasmesso da Rai3

    Paolo Conte alla Scala, un amico per il suo pubblico

    La serata è diventata un film presentato al Festival di Torino, con momenti del concerto e dei suoi preparativi, interviste e quell'affetto rispettoso tra l'artista, i suoi musicisti ed il pubblico
    25 maggio 2024 - Lidia Giannotti
  • Editoriale
    Perché contestiamo il G7

    Nove milioni di bambini morti ogni anno non fanno notizia

    Come pacifisti siamo indignati perché le risorse che potrebbero salvare quei bambini ci sono. Basterebbe una riduzione del 5,7% delle spese militari dei G7 per eliminare fame, malaria e mortalità infantile. Per questo accusiamo i G7 di omissione di soccorso.
    25 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Latina
    La ong inglese Earthsight, nel rapporto “Fashion Crimes” accusa i due colossi della moda

    Brasile: il cotone sporco di H&M e Zara

    H&M e Zara avrebbero realizzato capi di abbigliamento utilizzando tonnellate di cotone riconducibili a land grabbing, espropri delle terra e violenze.
    24 maggio 2024 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)