corso

Corso introduttivo alla cooperazione internazionale e alla progettazione di interventi di sviluppo

13 novembre 2004

OBIETTIVO DEL CORSO
Il corso vuole essere propedeutico per chi intende operare o già opera senza
competenze specifiche nel mondo della cooperazione. Obiettivo principale è
quello di fornire conoscenze di base e strumenti operativi per orientarsi in
un mondo che richiede una sempre maggiore qualificazione.
Il corso è articolato in tre moduli che si terranno nei giorni 13/14
novembre, 20/21 novembre e 4/5 dicembre 2004

PROGRAMMA:
1° modulo (13 e 14 novembre)
Sabato ore 9-13
Ø La cooperazione tra solidarietà ed impresa: immagini a confronto

Sabato ore 15-19
Ø Il ruolo e gli attori della cooperazione internazionale
Ø La cooperazione decentrata

Domenica 9-13
Ø Le ong: funzionamento, accordi di partenariato, risorse e programma
Ø L¹incontro dell¹altro: storia di come nasce un progetto

2° modulo (20 e 21 novembre 2004)
Sabato ore 9-1
Ø La pianificazione del progetto: criteri di identificazione e priorità
socio-economiche, ambientali, settoriali
Ø esercitazione

Sabato ore 15-1
Ø L¹albero dei problemi e gli obiettivi del progetto
Ø esercitazione

Domenica ore 9-13
Ø Il quadro logico del progetto
Ø esercitazione

3° modulo (4 e 5 dicembre)
Sabato ore 9-13
Ø Criteri di finanziamento dei progetti: Commissione Europea, Ministero
Affari Esteri, Regione Lombardia
Ø Finanziamenti pubblici: vantaggi e limiti e... se non loro chi?

Sabato ore 15-19
Ø Il bilancio
Ø esercitazione

Domenica ore 9-13
Ø Monitoraggio e valutazione del progetto
Ø esercitazione

Domenica ore 15
Ø Valutazione finale del corso e Conclusione del corso
Ø Consegna degli attestati

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE
Posti disponibili: min.10; max 30.
E¹ richiesta la presenza per tutta la durata del corso

Iscrizioni: devono pervenire tramite e-mail o posta entro il 10 novembre
2004 alla segreteria del CRIC indicando le generalità del partecipante
(nome, cognome, e-mail, recapito telefonico, indirizzo), l¹eventuale
Organizzazione di appartenenza, ruolo e formazione acquisita.

Quota di partecipazione: 100 euro totali per i tre moduli
Le spese di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti

Per maggiori informazioni:
Valentina Fedele
02-36564364; 348 93 500 31
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)