convegno

Economia, energia, petrolio, guerre: le alternative della nonviolenza

5 dicembre 2003
ore 21:00

Finita la fase apicale di quello che, probabilmente, è stato il più grande movimento per la pace che la Storia ricordi, rimangono tutte intere le ragioni che hanno condotto alla guerra in Iraq, che hanno portato alla guerra in Afghanistan e che destabilizzano molte regioni del mondo (per esempio la Cecenia): la tossicodipendenza energetica dal petrolio del sistema, in situazione di scarsità crescente della materia prima. Il Convegno vuole riportare al centro del movimento per la pace il tema della principale ragione strutturale di questo ciclo di guerre, analizzandone le connessioni, esplorandone alcune alternative, facendo il punto sulle Campagne e le azioni svolte, o in fase di svolgimento, nell’ottica di un approccio nonviolento all’intera questione. Anche per contribuire a rendere un più efficaci le risposte dei movimenti - sia in fase di prevenzione che di contrasto – alle future, probabili, aggressioni armate nei confronti dei paesi ricchi degli ultimi giacimenti.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    TPAN e educazione civica

    Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar

    La finalità del webinar di PeaceLink è quella di far conoscere il trattato ONU TPAN inserito in un percorso di educazione civica e di cittadinanza globale. L’educazione alla pace deve essere inserita nell’educazione civica, partendo dal fatto che in una democrazia le regole evitano la guerra.
    25 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    Trattato ONU di Proibizione Armi Nucleari

    TPAN: che fare adesso

    Comunicato stampa: incontro su Internet svoltosi il 22 gennaio 2021 - azione non celebrazione
    23 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • PeaceLink English

    What can we learn from the failure of the Alinari company?

    25 gennaio 2021
  • Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
  • Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)