conferenza

I giovani e l'Unione europea – Un indagine nella Scuola

29 novembre 2005
ore 09:00 (Durata: 5 ore)

Il giorno 29 novembre 2005 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 si terrà il convegno "I giovani e l'Unione europea – Un indagine nella Scuola", presso la “Sala Giolitti” del centro “Torino Incontra” di Via Nino Costa, 8.
L’appuntamento acquisisce ulteriore rilievo dopo Il fallimento dei recenti Referendum nazionali sulla Carta Costituzionale in Francia e Olanda hanno evidenziato la distanza tra istituzioni, società civile e cittadinanza nell’Unione europea.
Con il nuovo piano “D comunicare l’Europa: democrazia, dialogo e dibattito” la Commissione europea ha ridefinito i piani strategici della comunicazione in un ottica di ascolto delle istanze e delle esigenze della cittadinanza europea e, in particolar modo delle nuove generazioni.
Il Convegno vuole presentare una ricerca sulle percezioni dei ragazzi sull'Unione europea realizzata nelle classi dei trienni degli Istituti superiori di Torino e Provincia che hanno partecipato al progetto "Io cittadino d'Europa" promosso dal Centro Europe Direct di informazione europea della Provincia di Torino, nello scorso anno scolastico.
La somministrazione di un questionario che ha coinvolto un campione di circa 1.500 ragazzi, oltre a essere stato strumento di intervento nei percorsi di Educazione all'Europa, si è inserita quale attività a rilievo statistico, in particolare nell'anno europeo dell'educazione alla cittadinanza, promosso dal Consiglio d'Europa, e ha rivelato utili osservazioni sulle reali percezioni dei ragazzi in relazione alla loro coscienza di cittadinanza europea.
Ne discuteranno insieme ai curatori della ricerca, rappresentanti della Commissione e del Parlamento Europeo, delle istituzioni locali, dell’Università e del mondo della scuola.
Il Convegno, rivolto al mondo della scuola e della educazione informale delle nuove generazioni, nel confronto tra le percezioni e le aspettative dei giovani, potrà costituire un utile spazio di riflessione sulla coscienza della cittadinanza europea e sulle temi relativi all'educazione in un momento di difficoltà e distanza tra istituzioni e cittadini.

Per maggiori informazioni:
Federico Daneo
011 8615416
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
  • Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
  • Alex Zanotelli
    Webinar sul bando delle armi nucleari organizzato dall'agenzia di stampa internazionale Pressenza

    Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"

    "Sarebbe un gesto di civiltà avere il coraggio di realizzare il disarmo nucleare per porre fine a diseguaglianze e sfruttamento", ha dichiarato il missionario comboniano, che ha aggiunto: ''Le armi atomiche, come disse Oppenheimer, sono la scienza che ha conosciuto il peccato'.
    23 gennaio 2021 - Antimafia Duemila
  • Editoriale
    La beffa: gli animali si sono contaminati su terreni "a norma" in base all'ultimo decreto

    Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto

    Avrete letto sui giornali che ripartono le bonifiche. E' un trionfalismo fuori luogo perché con un decreto del Ministero dell'ambiente viene fissato il limite della diossina per i terreni di pascolo a 6 ng/kg ma le pecore e le capre si sono contaminate con livelli di contaminazione inferiore.
    9 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti (Presidente di PeaceLink)
  • Ecologia
    Gli Stati Uniti e le "comunità da sacrificare".

    Nella mia tribù muore una persona ogni settimana a causa dei combustibili fossili

    I nostri pozzi sono così inquinati che ora la nostra tribù deve comprare l'acqua. I popoli nativi convivono con minacce vecchie e nuove del petrolio e del gas che contaminano il suolo, i fiumi, le falde acquifere e l'aria. Ciò accresce la crisi climatica e impatta sulla salute.
    7 gennaio 2021 - Casey Camp-Horinek (attivista di Indigenous Rights of Natur)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)