convegno

Le vie della Pace

9 marzo 2006
ore 09:30

Nel contesto delle attuali tensioni e conflitti internazionali, un colloquio di studio su : « le vie della pace » si terra a Roma dal 9 all’11 Marzo presso il Centro culturale San Luigi di Francia a Roma con la partecipazione di eminenti personalita’ del mondo religioso, filosofico, economico e politico.

Il contributo che al difficile e impegnativo cammino della pace nel mondo possono e sono chiamate a dare le diversità culturali, le credenze religiose, la riflessione filosofica, l’azione pratica dell’economia e della politica, è al Centro culturale San Luigi di Francia in Largo Toniolo 20/22 per iniziativa congiunta del medesimo Centro, del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e dell’Istituto internazionale Jacques Maritain.

Introdotto dal presidente del dicastero vaticano, cardinale Renato Martino, e dall’ambasciatore di Francia presso la Santa Sede, Bernard Kessedjian, il convegno prevede una tavola rotonda iniziale su « Pace e diversità culturale », quattro tematiche di approfondimento relative rispettivamente a : « la via dei religiosi », « la via dei filosofi », « la via degli economisti », « la via dei politici », e le conclusioni che saranno tracciate dal presidente dell’Academia Ecclesiastica, arcivescovo Justo Mullor Garcia, dal capo-ricerca del Collegio di Difesa della NATO, contrammiraglio Jean Dufourcq, e dal segretario generale dell’Istituto internazionale Jacques Maritain, professore Roberto Papini.

Tra le numerose personalità che interverranno al dibattito: il cardinale Stephen Hamao, presidente del Pontificio Consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti ; Pierre Crepon, presidente dell’Unione buddista di Francia ; il presidente onorario della Banca di Francia, Michel Camdessus ; il segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, vescovo Giampaolo Crepaldi ; e il vice-presidente della Corte internazionale di Giustizia, Raymond Ranjeva ; il professore d’economia politica all’università di Bologna, Stefano Zamagni ; il professore di filosofia politica all’università di Venezia, Vittorio Possenti; e un rappresentante dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.

TRADUZIONE SIMULTANAE

Per maggiori informazioni:
Christine Desgrange (ufficio stampa)
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    6
    mer
    convegno

    Università di Firenze - Affrontare la distorsione della Shoah sui social media

    6 LUGLIO 2022 ORE 17:00 AFFRONTARE LA DISTORSIONE DELLA SHOAH SUI SOCIAL MEDIA. INDICAZIONI PER GIORNALISTI, OPERATORI DELL'INFORMAZIONE E DELLA ...
  • lug
    7
    gio
    presentazione

    Scritti contro la guerra nella città di Bollate

    PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 - Bollate (MI)
    COMUNE DI BOLLATE PRESSO LA SALA CONVEGNI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI BOLLATE CENTRO PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 Giovedì 7 luglio ...
  • lug
    9
    sab
    presentazione

    Angelo Gaccione a Piacenza con la raccolta poetica Spore

    Via Genocchi n. 17 - Piacenza - Piacenza (PC)
    PICCOLO MUSEO DELLA POESIA DI PIACENZA; Sabato 9 luglio 2022, a partire dalle ore 18,00; Il Piccolo Museo della Poesia; Chiesa di San Cristoforo; Via ...
  • lug
    10
    dom
    concerto

    Concerto di violino e organo storico

    Santuario Santa Maria del Canneto a Gallipoli - Gallipoli (LE)
    *VIOLINO* : N. Paganini: Capriccio n. 24 *ORGANO* : W. A. Mozart: Ave Verum Corpus J. S. Bach: Concerto in C minor (BWV 981) after B. Marcello's ...
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede Centro studi Sereno Regis
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede
  • lug
    24
    dom
    campo

    Dragon dreaming

    Via san Domenico di Cesaro 7 - Faenza (RA)
    Sarà una settimana dedicata all'approfondimento del Dragon Dreaming e la Permacultura. Dall'Australia un metodo efficace ed entusiasmante che ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Da UDIK – Unione Donne Italiane e Kurde

    Comunicato in difesa del popolo kurdo e dei valori dell’Occidente

    Cedendo al ricatto della Turchia, la Nato ha aperto le sue porte alla Finlandia e alla Svezia e le ha chiuse alle leggi e ai trattati europei, alla giustizia, ai diritti umani e ai valori fondanti delle democrazie dell’Occidente.
    5 luglio 2022 - UDIK – Unione Donne Italiane e Kurde
  • Citizen science
    Democratizzazione dei dati ambientali

    L'inquinamento dell'aria a Roma

    La mappa dei dati rilevati e dei modelli di previsione georeferenziati. Una panoramica degli impatti sulla salute della popolazione. Alcuni strumenti di citizen scienze per la didattica ambientale basata sul'ecologia della vita quotidiana.
    1 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    Ed ecco rimosso il veto di Erdogan all'ingresso nella NATO dei due Paesi baltici!

    Un capro espiatorio per la "democrazia" occidentale

    La NATO ha aperto la porta a Svezia e Finlandia, chiudendo la porta della giustizia e dei diritti ai Kurdi; questo comportamento ha dato via libera e garanzie ad Erdogan per giustificare ogni sua azione militare in Rojawa contro i partigiani kurdi e la politica interna in Turchia.
    4 luglio 2022 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Ecologia
    Intervista di Linda Maggiori a Franco Sacchetti

    Il più (devastante) spettacolo dopo il Big Bang...

    Greenwashing, sfruttamento delle spiagge e degli ecosistemi alla luce del nuovo tour dell’ex disc jokey più famoso d’Italia sostenuto anche da associazioni “ambientaliste”.
    4 luglio 2022 - Alessio Di Florio
  • Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers (Università di Chicago)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)