proiezione

Anteprima del film SHOOTING SILVIO di Berardo Carboni

5 aprile 2006
ore 21:30 (Durata: 4 ore)

Mercoledì 5 aprile 2006 ore 21.30 al teatro SPAZIO LIBERO via Parco Margherita, 28/b – NAPOLI, anteprima del film SHOOTING SILVIO di Berardo Carboni.

Per info : 347-1386656
Direzione ed organizzazione : Coop Tam Tam, Nerok in collaborazione con accordi @ DISACCORDI / Pietro Pizzimento.

Festa con trailer, backstage e happening teatrale per la promozione del film che si spinge dove nemmeno Moretti è arrivato. Interviene il regista del film, Berardo Carboni –
Programma della serata:
“ A chevalier donato”
Letture poetico/ teatrali di e con Costanzo Ioni.
Lezioni di rock a teatro - a cura di Carmine Aymone.
Proiezione del film.
Incontro con il regista

Anteprima di S. S.

Shooting Silvio non è un film terrorista, né un documentario su / contro Silvio Berlusconi. Il film non prende nessuna posizione sul Presidente del Consiglio, lo assume così come lo mostrano la televisione, i giornali, internet. Nessun filtro, nessun tentativo di analisi, nessuna tesi da difendere. L'omicidio del premier viene raccontato come il gesto folle di un uomo disperato.

Eppure S.S. è un film che in Italia non si può produrre in modo tradizionale: i buyers delle televisioni penserebbero a uno scherzo, i funzionari del ministero guarderebbero il progetto con sospetto. Per questo Shooting Silvio prima ancora di essere film, è un’operazione, un tentativo.
La speranza è di riuscire a trovare le risorse necessarie per girare in modo nuovo.

Come, quando e quanto

Le riprese di Shooting Silvio sono durate poco più di un mese: dal 21 novembre al 22 dicembre. Il costo complessivo del film è stato un po’ superiore al previsto: circa 140.000 euro di spese vive più circa 250.000 di compensi da pagare alla troupe ”in partecipazione” cioè solo se e quando il film incasserà.

Tutti gli attori e gran parte del cast tecnico hanno infatti accettato di lavorare con questa formula.
Il denaro investito viene in parte - circa il 10% - dai soldi incassati con le feste e con la vendita dei gadget, il resto è stato fornito da una decina di piccoli investitori sparpagliati in vari angoli d’Italia che per interesse nei confronti del progetto, amicizia o solidarietà hanno deciso di prendere parte attivamente a questa avventura.
Queste persone resteranno anonime, i loro soldi sarranno amministrati dalla Mork & Berry Production, una società che ha sede a Pietrelcina e che è stata creata proprio per realizzare il film.

Sinossi

E’ la storia di un giovane uomo, ricco, orfano, eccentrico e senza centri di gravità che decide di uccidere Silvio Berlusconi.
All’inizio Kurtz, è così che tutti lo chiamano, non ha idee omicide, propone agli amici che ha invitato a casa di pubblicare insieme un libro collettivo sul Presidente del Consiglio che, nelle sue intenzioni, dovrebbe essere un’ironica denuncia del Premier: ognuno degli invitati dovrebbe scrivere una pagina, ogni pagina dovrebbe contenere un modo e un motivo per annientare il potere di Berlusconi
Gli amici però non gli danno retta, qualcuno addirittura sostiene che è stato già scritto un libro simile. Kurtz indispettito dall’indifferenza e dalla scarsa fiducia dei suoi ospiti li caccia via in malo modo e decide di scrivere il libro da solo.
Inizia a studiare i tratti salienti del presidente, guarda immagini di repertorio che mostrano momenti decisivi della sua ascesa al potere ed intervista un giornalista notoriamente ostile a Berlusconi.
A mano a mano che procede nelle ricerche si rende conto però che ciò che sta scrivendo è lontano dalla realtà, senza spessore, soprattutto inizia a pensare che il potere mediatico del Presidente del Consiglio è talmente grande che non c’è modo di occuparsene senza che questi ne tragga beneficio.
Ogni parola è inutile o addirittura controproducente.
Intanto anche Nicole, la sua fidanzata, lo lascia solo.
Kurtz, abbandonato da tutti e frustrato nelle sue aspirazioni di scrittore, si convince che l’unico modo per provare a cambiar rotta e dimostrare a se stesso e agli altri di essere capace di fare qualcosa di importante è uccidere Berlusconi.
Assassinare il Presidente del Consiglio diventa la sua ragione di vita, il senso del suo futuro.
In breve studia un piano, trova una complice, si procura delle armi e predispone la sua vecchia Golf ad un’azione di forza.
Alla fine, dopo aver perso gli amici, la fidanzata e tutti i suoi soldi, riesce a rapire il premier ed ad allontanarsi con lui per portare a termine il suo disegno omicida.
Durante il viaggio con Berlusconi sembra intuire che uccidere è sbagliato sempre e comunque, ma ormai è tardi, non si può tornare indietro.

Soggetto Originale di Berardo Carboni
Sceneggiatura di Berardo Carboni, Carlo Durante,
Daniele Malavolta, Federico Rosati.

------------------------------------------------------
Bernardo Carboni (1975)
soggetto, sceneggiatura e regia

Soggettista, sceneggiatore e regista ha realizzato diversi cortometraggi e documentari selezionati in festival nazionali ed internazionali.
Ha collaborato con Lara Favaretto alla realizzazione di video per il circuito dell’arte premiati in contesti prestigiosi (premio Furla Venezia 2001 P.S 1 studio program, Moma New York 2002).
Sempre con Lara Favaretto nel 2003 ha completato la lavorazione del suo primo lungometraggio Buco nell’ acqua, un tv movie interpretato da Sandra Milo e prodotto da Mediatrade.

------------------------------------------------------
Daniele Malavolta (1974) sceneggiatura

Scrittore sceneggiatore e regista. Come sceneggiatore ha scritto diversi cortometraggi e tre lungometraggi poi divenuti film (Sexi taxi, Modena modena e Tagliati male). Nel 2000 ha vinto la menzione speciale del premio Solinas con la sceneggiatura Modena Modena per Carpi Suzzara Mantova si cambia.

------------------------------------------------------
Carlo Durante (1973) sceneggiatura

Sceneggiatore, documentarista e autore televisivo ha realizzato documentari selezionati in festival nazionali e internazionali e andati in onda su varie emittenti televisive (rai tre, rai educational, raisat art). Attualmente è programmista regista per rai educational.

------------------------------------------------------
Federico Rosati (1975) attore- collaboratore alla
sceneggiatura

Attore e scrittore, collabora sempre alla costruzione del personaggio che interpreta.
È stato attore protagonista in 15 tra corti e mediometraggi, è lo sconoscito alla mensa in Paz, Tomek in Sexi taxi ed è Pongo nel Giorno del lupo. In Shooting sarà Kurtz.

------------------------------------------------------
Simone Bellonio
(1976) aiuto regia

Regista, soggettista e montatore ha realizzato venticinque tra cortometraggi documentari e videoclip selezionati e premiati in vari festival nazionali e internazionali. Principali riconoscimenti: premio Isberg Bologna 1996, premio Videonois Milano
1997, vincitore del Ferrara film festival 2001, premio Axotil-Giovanni Arcopinto Bologna 2001

------------------------------------------------------
Pino Roggero (1959)
responsabile immagini Berlusconi

Documentarista e autore televisivo ha realizzato documentari selezionati e premiati in festival nazionali e internazionali. Dal 1994 lavora in televisione. Dal 1999 è uno degli autori della trasmissione Blob.

------------------------------------------------------
Alessio Valori (1977) direttore della fotografia

Laureato al Dams è operatore, direttore della fotografia e documentarista.
Da direttore della fotografia ha realizzato tredici lavori tra spot videoclip e cortometraggi. Ha vinto il premio per la miglior fotografia al Ferrara film festival, al Novara film festival e al festival L’ invasione degli ultracorti di Roma.
Recentemente ha realizzato, da direttore della fotografia il lungometraggio di Cinzia Bomol, il segreto di Rail.

------------------------------------------------------
Federico Maria Maneschi (1965) montaggio

Ha montato più di cento videoclip (collaborando con artisti del calibro di Alex Britti, Gigi d’Alessio, Tiromancino, Assalti Frontali) 20 tra cortometraggi e documentari e 5 lungometraggi tra cui Zora la vampira dei Manetti bros. e De Generazione di Asia Argento, Alex Infascielli e dei Manetti bros. Recentemente ha montato la serie televisiva Il giorno
del lupo.

------------------------------------------------------
Giuseppe Boeddu (1970)
operatore e documentarista.

Come operatore ha realizzato una decina di cortometraggi, ha lavorato in varie trasmissioni televisive ( tra cui sms amiche per caso - rai
due, l’elmo di scipio - rai tre, geo&geo – rai tre, il grande fratello – canale cinque) e in due lungometraggi in faccia al vento di Gianfranco Cabiddu e Buco nell’acqua di Berardo Carboni e Lara Favaretto.

------------------------------------------------------
Antonio Dolce (1973) fonico
Microfonista e Fonico.

Come fonico ha lavorato in diversi cortometraggi, e programmI televisivi (due edizioni di Italia amore mio e Sms amiche per caso) e nel lungometraggio Private di Saverio Costanzo

------------------------------------------------------
Jenny Hammer (1978)
scenografia

Architetto e scenografa. Da scenografa ha lavorato al
“Deutsches Nationaltheater” di Weimar collaborando con la regista Julia von Sell Rosati.

Per maggiori informazioni:
Pietro Pizzimento
0815491838
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
  • Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
  • Alex Zanotelli
    Webinar sul bando delle armi nucleari organizzato dall'agenzia di stampa internazionale Pressenza

    Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"

    "Sarebbe un gesto di civiltà avere il coraggio di realizzare il disarmo nucleare per porre fine a diseguaglianze e sfruttamento", ha dichiarato il missionario comboniano, che ha aggiunto: ''Le armi atomiche, come disse Oppenheimer, sono la scienza che ha conosciuto il peccato'.
    23 gennaio 2021 - Antimafia Duemila
  • Editoriale
    La beffa: gli animali si sono contaminati su terreni "a norma" in base all'ultimo decreto

    Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto

    Avrete letto sui giornali che ripartono le bonifiche. E' un trionfalismo fuori luogo perché con un decreto del Ministero dell'ambiente viene fissato il limite della diossina per i terreni di pascolo a 6 ng/kg ma le pecore e le capre si sono contaminate con livelli di contaminazione inferiore.
    9 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti (Presidente di PeaceLink)
  • Ecologia
    Gli Stati Uniti e le "comunità da sacrificare".

    Nella mia tribù muore una persona ogni settimana a causa dei combustibili fossili

    I nostri pozzi sono così inquinati che ora la nostra tribù deve comprare l'acqua. I popoli nativi convivono con minacce vecchie e nuove del petrolio e del gas che contaminano il suolo, i fiumi, le falde acquifere e l'aria. Ciò accresce la crisi climatica e impatta sulla salute.
    7 gennaio 2021 - Casey Camp-Horinek (attivista di Indigenous Rights of Natur)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)