presentazione

PRESENTAZIONE del libro FAME ZERO: Il Contributo dell’economia solidale

10 novembre 2006
ore 18:30 (Durata: 2 ore)

Intervengono:
Euclides Andrè Mance, Autore di Fame Zero
Soana Tortora, Resp. ACLI Nazionali Area Pace e Stili di Vita

Nel libro di Euclides André Mance - scritto e pubblicato in Brasile nel
2004 - gli elementi costitutivi del Programma sono introdotti e
analizzati con precisione e costituiscono lo scenario nel quale
inquadrare con chiarezza il rapporto tra gli obiettivi delle politiche
pubbliche di trasferimento di reddito per la lotta alla fame, il
controllo sociale di queste e la crescita – proprio a partire dai
livelli locali e dalle regioni più periferiche e più povere – di azioni
integrate con i livelli istituzionali per sviluppare programmi di
sicurezza alimentare e sviluppo locale attraverso gli obiettivi, gli
strumenti, le metodologie dell’economia solidale.

Un’economia solidale che sta progressivamente uscendo dalle categorie
dell’economia informale per divenire componente di una possibile
trasformazione strutturale del Brasile, in una prospettiva capace di
superare sia la concezione neoliberale, sia quella sviluppista
incarnata dall’illusione dell’aumento del PIL, per approdare ad una
concezione di sviluppo sostenibile che consideri “tutte le dimensioni
dell’insediamento umano in un determinato ambiente, affinché il sistema
sociale ed economico che in esso viene a crearsi sia equo, equilibrato
e duraturo” e ponga attenzione specifica agli aspetti economico,
sociale, politico, culturale, etico, ecologico, pedagogico,
metodologico, di genere, di ritmo, del territorio.

L’autore
Euclides André Mance, nato nel 1963 a San Paolo in Brasile, già docente
di filosofia in diverse università latinoamericane, dal 1997 –
conseguito un Master in educazione e lavoro – si occupa di economia,
applicando alle reti di economia e collaborazione solidale i principi
della teoria della complessità.
Attualmente è collaboratore della Rete Brasiliana di Socioeconomia
Solidale e responsabile del portale Internet www.redesolidaria.com.br.
Dal 2004 è consulente del governo brasiliano sull’economia solidale. In
Italia ha pubblicato “La rivoluzione delle reti” (EMI, 2003).

Le A.C.L.I. (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani), sono un
movimento educativo e sociale di cristiani a servizio dei lavoratori e
della società. Esprimono la loro azione attraverso i servizi, le
imprese sociali, le realtà associative specifiche promosse in diversi
campi di azione sociale quali la promozione della democrazia, la tutela
dei lavoratori, la difesa dei diritti di tutti ed in particolare dei
più deboli.
www.aclimilano.com

CHIAMAMILANO è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2002 per
promuovere la partecipazione dei cittadini alle problematiche della
città con atteggiamento propositivo e collaborativo. CHIAMAMILANO dal
2003 dispone di una centralina di rilevamento del PM10 e del PM2,5
affiancata da un progetto di educazione ambientale, EDUCARIA.
www.chiamamilano.it

Il progetto "RES" (Rete di Economia Solidale) è un esperimento in corso
per la costruzione di una economia "altra", a partire dalle mille
esperienze di economia solidale attive in Italia.
Questo progetto, come sta avvenendo in diversi altri luoghi in giro per
il mondo, segue la "strategia delle reti" come metodo di lavoro.
Intende cioè rafforzare e sviluppare le realtà di economia solidale
attraverso la creazione di circuiti economici locali, in cui i diversi
soggetti si sostengono a vicenda creando con modalità collaborative
spazi di "economia liberata", finalizzati al benessere delle comunità e
dei territori di riferimento. Questo percorso è stato avviato il 19
ottobre 2002 a Verona nel corso di un seminario sulle "Strategie di
rete per l'economia solidale", in cui le numerose realtà convenute
hanno deciso di affrontare questo viaggio collettivo.
Un primo passo è stata la definizione della "Carta per la Rete Italiana
di Economia Solidale", presentata al salone Civitas di Padova il 4
maggio 2003. Ora il percorso prevede la attivazione di "Distretti di
Economia Solidale ", come passaggio fondamentale per la costruzione di
una rete delle reti locali di economia solidale (sono circa 30 quelle
che ora fanno riferimento alla Carta RES).
Questo progetto è sostenuto da un Tavolo di lavoro, a cui partecipano
sia i promotori, che esponenti di RES locali.
www.retecosol.org

CHIAMAMILANO
0276398628 negozio@chiamamilano.it
www.chiamamilano.it
ACLI Milano
027723285 ipsia@aclimilano.com
www.aclimilano.com

Per maggiori informazioni:
Irene Cervasio
0276398628
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)