presidio

MARZO 1959 – MARZO 2004 Continua la resistenza dei tibetani!

10 marzo 2004
ore 10:00 (Durata: 1 ore)

In occasione del 45° anniversario dell’insurrezione di Lhasa, la Comunità Tibetana in Italia organizza un presidio davanti al Consolato della Repubblica Popolare Cinese, Via Benaco 4, Milano.

Con questa manifestazione pacifica, la Comunità Tibetana intende:

· ricordare l’insurrezione popolare del 10 marzo 1959
· chiedere la prosecuzione del dialogo, senza alcuna precondizione, tra Pechino e i rappresentanti del Dalai Lama
· chiedere ai rappresentanti della Repubblica Popolare Cinese il rispetto dei diritti umani e dell’identità storica e culturale del popolo tibetano
· chiedere la liberazione dei prigionieri politici, a partire da Tenzin Delek Rinpoche e dal Panchen Lama.

Per dire “basta” alle intimidazioni, agli arresti arbitrari e ai processi farsa e per ricordare il diritto del popolo tibetano alla propria libertà e al rispetto della propria cultura e tradizione, la Comunità Tibetana invita tutti coloro che in Italia sono a fianco del popolo tibetano e ne condividono le legittime rivendicazioni ad aderire alla manifestazione.

ore 10.00 ritrovo in Via Benaco (bandiere, striscioni, foto Delek Rinpoche, Panchen Lama)
ore 10.30 preghiera e canto tibetano
ore 11.00 richiesta di essere ricevuti dal console e/o richiesta di consegna al console di una lettera da parte della Comunità Tibetana e dei TSG
ore 11.30 fine manifestazione.

Per maggiori informazioni:
Gunther Cologna
3391005571
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Ecologia
    Venne aperta un'inchiesta e PeaceLink fu alla base delle denunce

    Quando il governo sospese il valore limite del benzo(a)pirene

    Era il 13 agosto 2010 e il governo di allora sospese il limite di un potente cancerogeno, il benzo(a)pirene nelle città. Perché? Per via del fatto che a Taranto il limite era stato superato e l'Arpa aveva indicato nelle batterie della cokeria la sorgente preponderante del benzo(a)pirene.
    Redazione PeaceLink
  • Disarmo
    La presenza di armi nucleari nelle basi di Aviano e Ghedi

    L’F-35, le basi militari e le bombe nucleari per distruggere l’articolo 11 della Costituzione

    Tuttavia è difficile immaginare che il presidente degli Stati Uniti considererebbe l'obbligo del parere alleato come un vincolo alla sua autorità
    29 giugno 2020 - Rossana De Simone
  • Ecologia
    Citare Bagnoli a sproposito spegne le speranze dei giovani di Taranto

    Le bonifiche sono la vera grande opera da chiedere tutti insieme

    Gli errori fatti in un altro luogo e in un altro tempo sono diventati l’alibi per non rispettare la legge mentre all’estero e in alcune zone d’Italia come Genova, hanno bonificato. Non sarebbe meglio imparare da chi ci è riuscito?
    13 maggio 2020 - Fulvia Gravame
  • Ecologia
    PeaceLink aderisce al sit-in

    No al salvataggio dell'ILVA con i soldi pubblici

    Associazioni e cittadini, nel rispetto della normativa anti-Covid, saranno sotto la prefettura di Taranto dalle ore 19 alle 21. Riportiamo l'appello lanciato dalla società civile
    28 giugno 2020 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Una realtà viva e dinamica di impegno sociale e civile

    Il Paese delle donne: rivista

    Il Paese delle donne contiene e continua esperienze che vanno scoperte e poste in risalto come l’attivismo sui grandi temi della memoria, dalla legalità ai percorsi esistenziali e resistenziali, dalla pace ai diritti umani, da quando si sono emancipate a partire dagli anni caldi della contestazione.
    27 giugno 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)