incontro

“La Via Amerina: un progetto di scavo e valorizzazione”

19 aprile 2008
ore 17:30

Il G.A.R. - Gruppo Archeologico Romano, in collaborazione con SPES - Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio, organizza l’incontro gratuito: “La Via Amerina: un progetto di scavo e valorizzazione”. L’evento, che si svolgerà sabato 19 aprile 2008 alle ore 17.30 presso la sede di Spes in Via dei Mille 6 a Roma, è il secondo appuntamento di un ciclo di quattro conferenze pensate per sensibilizzare la popolazione sul valore del patrimonio culturale italiano.

Dal 1983 i volontari del Gruppo Archeologico Romano lavorano per il recupero e la valorizzazione della Via Amerina, che vuole essere un contributo alla realizzazione di un Parco Archeologico-naturalistico che salvaguardi insieme all’antica strada romana anche le aree di interesse storico-archeologico che si incontrano lungo il percorso. La zona interessata corrisponde a quella anticamente abitata dal popolo dei Falisci, oggi quella parte della Provincia di Viterbo divisa tra i comuni di Nepi, Castel Sant’Elia, Fabrica di Roma, Civita Castellana, Corchiano, Gallese, Vasanello, Orte. Di anno in anno, dagli scavi emergono testimonianze affascinanti di una storia solo apparentemente remota: immagini di vita quotidiana, tecniche costruttive e tecnologie, rituali magico-religiosi, organizzazione civica. Per far conoscere le scoperte archeologiche più recenti, nei mesi di luglio e agosto vengono proposte visite guidate gratuite a cura dei volontari dei Gruppi Archeologici d’Italia che partecipano alla campagna estiva di scavo della Via Amerina.

Il G.A.R. Gruppo Archeologico Romano è una organizzazione di volontariato nata con lo scopo di contribuire alla tutela, alla salvaguardia, e alla valorizzazione del patrimonio culturale italiano soprattutto attraverso il coinvolgimento e la partecipazione diretta dei cittadini.

Per ulteriori informazioni sulle attività e sul centro di documentazione è possibile contattare il G.A.R. Gruppo Archeologico Romano telefonando al numero 06.6385256, inviando una e-mail all’indirizzo info@gruppoarcheologico.it , oppure visitando il sito www.gruppoarcheologico.it

Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa SPES
06.44702178
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Nuovo studio italiano pubblicato sullo Scientific Report di Nature

    Danni neurotossici causati da piombo e arsenico nei bambini di Taranto

    Disturbi da deficit di attenzione, autismo e iperattività, sarebbero riscontrati in numero maggiore, nei quartieri più vicini al siderurgico: Tamburi e Paolo VI. Siamo stanchi di prestare le nostre vite e quelle dei nostri figli, come se fossimo cavie da laboratorio.
    19 giugno 2021 - Giustizia per Taranto
  • Taranto Sociale
    I dati relativi alle polveri sottili (PM2,5 e PM10) e al biossido di azoto (NO2)

    Ex Ilva: Peacelink, rischio cancerogeno inaccettabile

    “L’aria di Taranto non rispetta i limiti dell'Organizzazione mondiale della sanità” dice Peacelink, per la quale “a fronte di una situazione sanitaria fortemente compromessa, la popolazione di Taranto dovrebbe godere di una protezione particolare".
    18 giugno 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Disarmo
    Biden e Putin siglano un comunicato congiunto “on Strategic Stability”

    Good News? La speranza continua

    "Gli Stati Uniti e la Russia avvieranno insieme un dialogo bilaterale integrato di stabilità strategica nel prossimo futuro, che sarà deliberato e solido. Attraverso questo Dialogo, cerchiamo di gettare le basi per future misure di controllo degli armamenti e di riduzione dei rischi.”
    17 giugno 2021 - Roberto Del Bianco
  • Sociale
    Siamo nel 2021 e le donne, qui, in Italia, italiane e straniere, ancora non possono dire no!

    Saman

    Saman non è stata uccisa per ordine del Corano. Saman è stata uccisa dal sistema patriarcale. La sua uccisione è un femminicidio come qualsiasi femminicidio che succede quotidianamente in Italia e ovunque a conseguenza di una mentalità maschilista marcia ed arretrata
    17 giugno 2021 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Sociale
    Ilaria Di Roberto: «non siamo un sesso debole, siamo sopravvissute».

    «Quanto subisco rispecchia il concetto di femminicidio in vita»

    La denuncia pubblica di quanto subisce da anni e dell’ultima molestia subita l’11 giugno e un drammatico appello, «ho bisogno di essere creduta e di aiuto».
    17 giugno 2021 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)