seminario

LA RELAZIONE DI AIUTO COME PRATICA DI PACE Stage introduttivo

23 agosto 2008

Sembrerebbe fuorviante dall’impegno per la pace uno stage incentrato sulla relazione d’aiuto. Eppure l’esperienza ci mostra che i nostri gruppi – quelli per intenderci impegnati per la pace, la solidarietà, e così via – possono essere costituiti anche da persone che vivano blocchi personali ostacolanti un soddisfacente impegno sociale, perché apprensive, incerte o che vivano un disagio oppure che esprimano un vissuto problematico o perché facilmente irascibili. Queste citate sono la dimensione intrapersonale del conflitto e se l’educazione alla pace è educazione al conflitto, non si può eludere questo aspetto individuale.
Non si tratta di fare terapia, perché A. Boal , l’ideatore del teatro dell’oppresso, afferma che laddove il problema individuale è in parte o in toto avvertito dagli altri, il problema diventa sociale e come tale affrontato.
Lo stage intende fornire conoscenze di approccio nelle relazioni di aiuto e al lavoro con le emozioni.
Si approfondirà il senso e la pratica dell’ascolto empatico , il lavoro su di se e di gruppo.
Ai partecipanti sarà offerta la possibilità di confrontarsi con alcune tecniche di comunicazione, accrescendo le proprie abilità relazionali.
CONDUTTORE:
Pio Castagna volontario in Pax Christi, trainer di formazione alla non violenza, operatore di teatro dell’oppresso, facilitatore nella comunicazione ecologica e counselor nella relazione di aiuto con l’approccio biosistemico.
DESTINATARI:
membri di gruppi, educatori, animatori, operatori, chiunque interessato ad acquisire competenze in contesti richiedenti una relazione di aiuto.
INFORMAZIONI PRATICHE:
La casa per la pace è una bella villa con giardino situata in via Quintole per le rose n.131, comune di Impruneta (FI).
In auto dall’autostrada uscita Firenze Certosa, imboccare la direzione per Firenze e a cento metri sulla destra girare per via Quintole per le rose.
In treno dalla stazione S. Maria Novella linea n. 37 scendere alla fermata Bottai dove si è prelevati con un auto dopo aver telefonato allo 055/2374505
Lo stage è aperto ad adulti e giovani dai 18 anni in su fino ad un massimo di 15 persone.
Il costo di partecipazione comprensivo di vitto e alloggio è di €. 80,00, il costo sale a €. 100,00 se si arriva il Venerdì sera.
Chi decide di non pernottare può concordare un prezzo più basso.
.

Per maggiori informazioni:
casa per la pace
055/2374505 - 055/2020375
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1945: Giappone: sganciata da un bombardiere americano, scoppia la prima bomba atomica

Dal sito

  • Disarmo
    Nelle basi Nato di Aviano (Pordenone) e Ghedi (Brescia) ci sono 70 testate atomiche americane

    A 75 anni dalla tragedia di Hiroshima e Nagasaki

    La commemorazione di Hiroshima e Nagasaki deve convincere a prendere finalmente decisioni di disarmo, almeno di disarmo atomico, troppo a lungo rimandate.  E’ inaccettabile che il nostro paese, che ripudia la guerra e ha fatto la scelta antinucleare, ospiti armi nucleari.
    6 agosto 2020 - MIR (Movimento Internazionale della Riconciliazione)
  • Latina
    I paramilitari attaccano i municipi occupati dai comuneros con metodi da Ku Klux Klan

    Araucanía: violenza razzista di Stato contro i mapuche

    Preoccupano le condizioni di salute dei prigionieri politici mapuche in sciopero della fame
    5 agosto 2020 - David Lifodi
  • Latina

    Piano interventista contro il Nicaragua

    Gli USA si preparano a gestire tre possibili scenari prima e dopo le elezioni del prossimo anno
    4 agosto 2020 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Pretendiamo un atto di dignità, il governo si riscatti firmando il Trattato!

    HIROSHIMA E NAGASAKI 75 anni fa: mai più!

    In Italia ospitiamo 70 bombe nucleari americane, in caso di guerra saremmo uno dei primi bersagli, nessun governo lo ha mai dichiarato ai cittadini
    4 agosto 2020 - Rossana De Simone
  • Latina

    Difendere i beni comuni è sempre più pericoloso

    Nuovo rapporto di Global Witness evidenzia un drastico incremento degli omicidi di attivisti in difesa della terra e dell’ambiente
    3 agosto 2020 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)