mostra fotografica

“Di luce e acqua. Sguardi di vita in Etiopia” - Piemonte chiama Mondo 2009

25 maggio 2009

Dal 25 maggio al 6 giugno l’Agrigelateria San Pè a Cascina San Pietro 29/a ospita la mostra fotografica “Di luce e acqua. Sguardi di vita in Etiopia” nell'ambito del progetto “Riduzione della vulnerabilità e miglioramento delle condizioni di vita nelle aree pastorali e agro-pastorali del sud Oromiya” che l’Associazione di solidarietà e cooperazione internazionale LVIA realizza in Etiopia con il contributo della Regione Piemonte.
La mostra è uno strumento per sensibilizzare il pubblico sulle difficili condizioni di vita delle popolazioni del paese africano, dove le frequenti siccità e la cronica mancanza d’acqua frenano lo sviluppo delle attività agro-pastorali sulle quali la maggior parte dei villaggi etiopi basa la propria economia.
Con questo progetto la LVIA, la Regione Piemonte e i partner etiopi intendono agire nel sud del paese per riabilitare punti d’acqua e recuperare pascoli degradati, migliorare la formazione paraveterinaria, incrementare la produzione e la commercializzazione lattiero-casearia, pianificare una gestione sostenibile delle risorse naturali.
Il progetto si inserisce nel quadro dell’impegno della LVIA in Etiopia, dove da diversi anni lavora con i partner locali e il contributo di donatori italiani e internazionali per migliorare la sicurezza alimentare delle comunità pastorali ed agropastorali. L’obiettivo è di promuovere i prodotti locali migliorandone la filiera. In particolare, date le alte proprietà nutrizionali del latte, negli ultimi anni gli interventi si sono concentrati nell’aiutare i pastori ad organizzarsi in gruppi e cooperative capaci di diversificare la produzione lattiera — ampliandola a prodotti caseari come yogurt, burro e formaggi — e migliorare la commercializzazione, ricavando un guadagno più alto dalla vendita del latte e dei suoi derivati. E il latte è l’elemento che lega queste comunità all’agrigelateria San Pe’ che ha scelto di collaborare al progetto ospitando la mostra fotografica.
Questo evento si inserisce nell'iniziativa "PIEMONTE chiama MONDO 2009 - Un intero mese dedicato alla cooperazione internazionale e all'educazione allo sviluppo" patrocinato dalla Regione Piemonte e organizzato per il terzo anno consecutivo dalle Ong che aderiscono al Consorzio Ong piemontesi. Sul sito www.ongpiemonte.it è disponibile il programma con il dettaglio degli oltre 40 eventi nelle diverse località piemontesi.

Informazioni: tel. 011 7412507, italia@lvia.it , www.lvia.it

Per maggiori informazioni:
Consorzio Ong Piemontesi
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)